300

300
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (53 voti)
  • Critica
Varie

Cast

300

Il film è ricavato, con sorprendente fedeltà iconografica, dal racconto grafico di Frank Miller, diventato un cult nel suo genere oltre ad avere sbancato nel 1999 gli Eisner Awards, vincendo nelle categorie: Migliore Serie Terminata/Limitata, Miglior Scrittore/Disegnatore e Migliori Colori. La trama è un interpretazione dell’autore della famosa battaglia tenuta al passo delle Termopili nel 480 a.C., dove 300 guerrieri spartani guidati dal loro re, Leonida, assieme ad alcuni alleati inviati dalle altre città greche, riuscirono per 3 giorni a tener bloccato l’immenso esercito persiano di Serse I. Alla fine vennero traditi. Leonida allontanò gli alleati e rimase col manipolo di spartani a coprire loro la fuga. Il loro sacrificio (oltre che causare più di ventimila morti tra i persiani) smosse tutto il mondo greco, e diede il tempo agli alleati di organizzare la difesa, che si concluse con la sconfitta di Serse nella Battaglia di Salamina. Molte storie e leggende sono sorte dietro questa battaglia, e Miller fa man bassa di aneddoti che la riguardano, spargendoli nella sua personalissima reinterpretazione dello scontro. Il regista Zack Snyder, amante del genere horror (L’alba dei morti viventi), ha aggiunto alcune scene (ad esempio Leonida bambino) e alcuni guerrieri persiani dall’aspetto completamente inumano che non trovano spazio nel fumetto. Il film potrebbe diventare un cult anche per i gay per l’abbondanza di splendidi corpi maschili seminudi e per i rapporti tra i soldati, che fanno immaginare qualcosa che travalica il semplice cameratismo (in sintonia con la cultura omoerotica del tempo).

Visualizza contenuti correlati

Condividi

7 commenti

  1. zonavenerdi

    E’ un film rozzo, ma erano tozzi anche gli spartani (almeno paragonati ai raffinati ateniesi). Detto questo il film non mi convince del tutto perchè mi da l’impressione di ricostruzione hollywoodiana in cui venga un pò troppo romanzato il tutto. La ricostruzione dei fatti è forse un pò confusa. La recitazione dei personaggi penso che sia sufficiente. Rispondo a chi nelle precedenti recensioni ha detto che non c’è nulla di gay in questo film: credo che sia stato inserito poichè tutti i personaggi maschili sono sempre tutti ignudi …

  2. thediamondwink

    un film rozzo, ‘oscuro’ dove predomina il selvaggio e la forza bruta. Sicuramente lontano dai soliti film mitologici tipo Troy e Alexander, la predominanza dell’ambiente ‘dark’, salta all’occhio dello spettatore, rimarcando in modo superbo, le ombre sui corpi scolpiti degli attori. Bravissimo Butler!

  3. A me non è piaciuto.
    La ricostruzione storica lascia il tempo che trova, e anche a livello artistico non mi ha entusiasmato. Troppo paludato il modo di rappresentare la guerra e la morte, come fosse tutto un grazioso balletto invece che un momento drammatico, mi ha lasciato un fastidioso sapore di falsità in bocca. E ha alcune perle di raffinato razzismo e allucinante faccia tosta intellettuale da lasciare a bocca aperta.

  4. Skippy'90

    Concordo con GrovyNowhere sul concetto di virilità che traspare dal film(e’ espasperante anche se l’ambiente militare spartano era così: sudore, sopravvivenza ed estremo senso dell’ordine); di gay non ci ho visto niente! Comunque in “300”(anche se mi sono addormentata penso verso la fine del film)è possibile rifarci gli occhi(pullalava di uomini e di donne poco e niente… Lena Hadey è indimenticabile!).

  5. A me il film è piaciuto molto, ma non riesco a capire cosa ci sia di gay, anche solo accennato, in esso… O__O
    Forse vi confondete col dipinto di J. L. David, attenzione xD

  6. GroovyNowhere

    A me non è piaciuto per niente, trovo che trasmetta un concetto di virilità molto discutibile. Sul livello formale peggio che peggio, il regista non trova quasi mai il senso della misura. Peccato perché i disegni di Frank Miller avevano una loro grazia.

Commenta


Varie

Vedi trailer in hd

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.