Tandem

Tandem
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Tandem

Film molto bello, che esce in Italia dopo una lunga attesa durata 16 anni.
E’ una grande storia di amicizia e di solidarietà reciproca tra due uomini che, per lavoro, visitano i più sperduti borghi francesi. Nel tempo, tra di loro si è instaurata una buffa relazione tipo Don Chisciotte e Sancho Panza scandita da bisticci, bronci, ma anche tanta complicità,aiuto e protezione sino a divenire complementari e l’uno il riferimento dell’altro. I sentimenti nel film sono scanditi da una bella canzone di Riccardo Cocciante con il motivo centrale “ti amo, tu sei il mio rifugio”. (I.F.)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

  1. Jim Puff

    Storia molto bella sul rapporto di amicizia e assistenza reciproca tra due uomini, sottolineata da una canzone bella di Riccardo Cocciante.
    Non ho visto nel film, desiderio (anche velato) tra maschi; uno dei due amici rincorre sottane in ogni paese che visitano x registrare il quiz.
    A volte malinconico ma con un finale ottimista! evviva!

Commenta


Varie

Mortez (un grande Rochefort) è l’inventore di una famosa trasmissione che si chiama “La lingua del gatto”, e da quarant’anni con il fedele assistente tuttofare (tecnico del suono, autista, cameriere) Rivetot scorazzano per le campagne francesi alla ricerca di nuovi concorrenti in borghi sperduti da sottoporre alle domande del quiz.

E’ una vita grigia, abitudinaria e stancante, fatta di lunghi viaggi a bordo di una vettura che ha visto tempi migliori, la ricerca dei concorrenti e la trasmissione affrontate con sempre meno entusiasmo e dormite in paesi nascosti nella provincia profonda.

I soldi che i due percepiscono per il programma vengono malamente spesi al gioco da Mortez costringendo il collega a dormire spesso nella stessa camera in squallidi alberghi x risparmiare.
Rivetot accetta la situazione perchè è legato a Mortez da un profondo rapporto di ammirazione affetto e protezione. In queste tappe di lavoro, conosce annoiate fanciulle interessate a cogliere l’attimo di successo e spesso riesce a portarsele a letto.

Mortez, che viene spesso invitato ai rinfreschi ufficiali organizzati dai sindaci in onore della trasmissione. rifiuta le avances di una graziosa farmacista per restare fedele alla fidanzata con la quale si intrattiene in frequenti conversazioni telefoniche.

In una comunicazione con la sede Rivetot viene a sapere che la prossima tappa sarà l’ultima in quanto la trasmissione ha perso audience e verrà soppressa.
Sapendo che sarà un terribile colpo per Mortez tiene nascosta l’informazione intercettando i telegrammi di informazione sulla chiusura e dopo la cessazione continua ad organizzare nuove puntate del programma.

Finale:
Mortez purtroppo viene a sapere della fine del programma, ed ha un alterco con Rivetot per la finzione messa in piedi; al termine del litigio mentre telefona alla fidanzata ha un attacco di cuore.
Nel soccorrerlo Rivetot si accorge che alla cornetta non c’è nessuno, il numero è quello del segnale orario; tornati insieme alla radio riescono a strappare ancora la messa in onda di alcune puntate ma prima di andare in onda Mortez sparisce tra la folla; qualche tempo dopo in una riduzione di personale anche Rivetot viene licenziato.

Rivetot disoccupato mentre sta rubando cibo in un supermercato riconosce la voce di Mortez che pubblicizza con un quiz un vino francese, si avvicina e i due si incontrano, si raccontano brevemente gli ultimi periodi in cui sono stati distanti.
Mortez si è riciclato nella pubblicità, ha ripreso a girare x la Francia ed ha una nuova vettura, sentendo che l’amico non se la passa bene gli propone di fargli da autista ed andare con lui a Bordeaux per il lancio di un nuovo prodotto: la coppia è ricostruita.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.