A Mantova la 14ma edizione di "Quasi niente" con cinque titoli imperdibili

Ritorna la rassegna “Quasi niente – I dettagli che contano”, organizzata da Arcigay La Salamandra di Mantova, associazone che si pone, fin dalla sua nascita nel 2005, di “fare qualche cosa di concreto per Mantova, decidendo di organizzare una rassegna cinematografica a tematiche LGBT quale miglior modo per mandare un messaggio concreto e forte alla cittadinanza mantovana attraverso la cultura. Una rassegna arrivata oramai alla quattordicesima edizione grazie allo sforzo e al lavoro del curatore STEFANO GHELFI che ogni anno seleziona, attraverso una scrupoloso lavoro, le migliori pellicole proiettate nei principali festival LGBT europei per poterle portare a Mantova dopo un attento lavoro di traduzione e sottotitolatura.
Film quindi in gran parte sottotitolati ma mai visti nel circuito italiano cinematografico. Ogni film racchiude in se le angosce, le gioie e le amarezze di amori vissuti, traditi o nascosti; racconti di vita a volte reale, riuniti in una serie di cinque pellicole per cinque serate”.

I film selezionati per questa edizione sono tutti dei piccoli capolavori e speriamo che prima o poi anche la distribuzione nazionale se ne accorga! Finora solo “Love, Simon”, film che sta riempiendo le cronache dei vari media americani, è stato scelto dalla 20Century Fox per essere distribuito in Italia dal 31 maggio col titolo “Tuo, Simon”. Il film è stato candidato agli MTV Movie e Tv Award 2018 nella categoria Best Kiss, tra Nick Robinson (Simon) e Keiynan Lonsdale (Bram).

Best Kiss category, among the nominees are Nick Robinson (Simon) and Keiynan Lonsdale (Bram) in the film Love, Simon.

Le proiezioni hanno luogo alle ore 21.15 presso il cinema Ariston, Via principe Amedeo 20, Mantova

Queste le date:

17/5 – Anteprima Nazionale del film LOVE, SIMON
22/5 – BEACH RATS
29/5 – SIXTEEN
5/6 – CENTER OF MY WORLD
12/6 – GOD’S OWN COUNTRY

L’ultima proiezione avviene a pochissimi giorni dalla Parata conclusiva del 1° Mantova Pride della storia, il 16/6.

PRESENTAZIONE DEI TITOLI:

Tuo, Simon
Aggiungi ai preferiti

Ottime credenziali per un film distribuito dalla Twentieth Century Fox, che al pari di “Chiamami col tuo nome” potrebbe essere il film cult gay del 2018. Regista è Greg Berlanti, nostro beniamino dal tempo de “Il club dei cuori infranti” che ci ha poi deliziati con serie inclusive come “Brothers & Sisters”, “The Flash”, “Dawson’s Creek”, ecc. Berlanti è da sempre gay dichiarato e sposato col calciatore Robbie Rogers col quale sta crescendo un figlio avuto da una madre surrogata. Sceneggiatori sono la coppia Isaac Aptaker e Elizabeth Berger, gli stessi di diversi episodi della serie “This Is Us” che ci ha regalato una delle storie gay più commoventi. Il soggetto è ricavato dal libro “Simon vs. Homo Sapiens Agenda” di Becky Albertalli, una psicologa specializzata sulle tematiche…

Beach Rats
Aggiungi ai preferiti

Frankie è uno splendido adolescente che dice, quando glielo chiedono su una chat gay, di non conoscere ancora quali sono i suoi gusti sessuali. Di sicuro però gli piace farsi ammirare da maturi uomini gay (e anche da se stesso – vedi la scena iniziale davanti allo specchio – e naturalmente da noi). Sceglie uomini maturi, non perchè gerontofilo o quasi, ma semplicemente perchè così è sicuro di non incappare in qualcuno che possa avere agganci coi suoi amici etero. Con questi ultimi trascorre quasi tutte le sue giornate, passeggiando sul lungomare di Coney Island con Jesse (Anton Selyaninov), Nick (Frank Hakaj) e Alexei (David Ivanov), tutti “topi di spiaggia” in esibizione, mentre cerca d’evitare la preoccupata madre che sta assistendo il marito ricoverato, malato terminale di cancro. Cerca anche d’impegnarsi a corteggiare l’intelligente Simone (Madeline Weinstein), senza però offrirle il necessario, esibendo nel momento cruciale un…

Seventeen
Aggiungi ai preferiti

Un’altro affascinate film sui fatidici 17 anni. In effetti sono gli anni in cui solitamente si scopre, dopo il sesso, la forza catturante dell’amore con tutte le conseguenze che ne derivano. In questa storia, probabilmente con molti spunti autobiografici, la giovane regista austriaca (il film è ambientato a Lanzenkirchen, sua città natale, nella Bassa Austria) ci racconta il risveglio amoroso (e sessuale) di un gruppo di 17enni che stanno per terminare la scuola superiore. La protagonista Paula, la cui sessualità fluida è spesso oggetto di discussione tra le altre ragazze (ma non dai maschietti che la desiderano), è una ragazza dall’intelligenza vivace , tra le più brillanti della sua classe (dove sembrano tutti innamorati della Francia e della sua utopica cultura), che si scopre innamorata di Charlotte, che però, nonostante alcune sue provocanti occhiate, è stata in cima ai pettegolezzi e alle invidie dello scorso anno per la sua storia con Michael. Paula…

Center of My World
Aggiungi ai preferiti

Il film è tratto dal romanzo di successo (un best-seller di ben 550 pagine) di Andreas Steinhöfel che con un andirivieni di presente e passato racconta la complessa storia di una famiglia medio-borghese, coinvolgendo diversi personaggi. Il regista Jakob M. Erwa ha sapientemente estratto dal romanzo la figura centrale di Phil (interpretato da bravissimo 18enne Louis Hofmann), un adolescente gay che, a differenza di quanto succedeva nell’acclamato “Summer Storm” di 12 anni fa, non ha più come problema principale l’accettazione della sua omosessualità, che qui è data per scontata e perfettamente digerita da tutti, madre compresa che se ne accorse quando Phil era giovanissimo. Questa cosa rende ancora più significativa la vicenda raccontata che si rivela comunque come un pugno nello stomaco degli eventuali spettatori omofobi, anche per esplicite e passionali scene di sesso gay. In merito il regista 35enne ha dichiarato: “Siamo abituati a vedere ovunque…

La Terra di Dio
Aggiungi ai preferiti

Ottimo debutto alla regia cinematografica di un attore, Francis Lee, visto in diverse serie tv (Heartbeat, Casuality, L’ispettore Barnaby, ecc.). Primavera. Yorkshire, in Inghilterra. Johnny Saxby, è un 25enne allevatore di pecore che ha sacrificato il college e la possibilità di trovare un lavoro in città per portare avanti la fattoria di famiglia, Saxby & Sons, dove ora vive col padre inabile in seguito ad un ictus, Martin (Ian Hart), e la stoica nonna Deirdre (Gemma Jones). Johnny è segretamente omosessuale e si accontenta di qualche approccio clandestino in un luogo appartato, con penetrazione ma sempre senza baci. Dopo uno di questi incontri casuali gli viene chiesto di andare a bere una birra insieme, ma lui rifiuta inorridito. Johnny si trova ancora in quella fase in cui prevale la vergogna di se stesso, così continua nella sua vita frustrante e desolata, rifiutando anche l’amicizia dei vecchi compagni di scuola che tornano dall’università,…


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.