Tokyo Godfathers

Tokyo Godfathers
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TT
  • Media voti utenti
    • (6 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Tokyo Godfathers

Un cartone animato fuori dai canoni che attualmente vanno per la maggiore, sia per quanto riguarda la tecnica di animazione (i movimenti sono quelli strettamente necessari) che soprattutto per la storia e la tematica. Si racconta di tre barboni che trovano un neonato e anziché consegnarlo alle autorità, decidono di allevarlo. Una famiglia fuori dagli schemi anche perché uno dei barboni è addirittura un ex transessuale, che comunque è ancora completamente nella parte. Questo personaggio è il più riuscito ed anche il più indagato dagli autori, dice di lui Giulia Sbarigia sul Manifesto “che se la fortuna gli avesse teso la mano ora non sorriderebbe con i denti rotti e il cappotto sdrucito. Se Almodovar l’avesse visto cantare quella sera al night, prima di spaccare tutto, ora sarebbe certamente una drag queen da premio Oscar”.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

2 commenti

  1. è divertente da morire già dall’inizio… I personaggi hanno tutti una storia che viene resa nota solo poco a poco con lo svolgersi delle sorprendenti vicende…

Commenta


Varie

In una Tokyo sepolta dalla neve si avvicina il Natale. Tre senzatetto, l’ex allenatore di ciclisti professionisti Gin, il travestito Hana e la giovane Miiyuki, rovistando nei cassonetti del quartiere di Shinjuku, vengono attirati da un pianto diperato. La Notte Santa è testimone di un evento eccezionale: i tre amici trovano uno splendido neonato. Gin propone di andare subito alla polizia per denunciare l’accaduto, mentre Hana, il cui istinto materno è chiaramente frustrato, sogna di tenerlo con loro e in cuor suo ha già trovato un nome al piccolo: Kiyoko. Dal momento che i soli indizi che possono ricollegare il neonato alla sua famiglia sono il biglietto di un bar e poche foto, i tre iniziano una turbinosa avventura in giro per la città alla ricerca dei genitori del bambino. Ma per consegnarlo al suo futuro, dovranno fare i conti con i fantasmi del loro passato…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.