Cosmos

Cosmos
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Cosmos

Sei registi per sei brevi storie legate insieme solamente da un taxi (guidato da Cosmos) che occasionalmente le trasporta. Tranne che per la storia che ha per protagonisti un gay (Joel) e la sua amica “frociarola” che viene però aiutata dal taxista a far ripartire la macchina in panne. Una delle poche frasi pronunciate dal gay vi rimarrà senz’altro in mente: “nessuno sputerebbe in un occhio ad un omosessuale, ormai siamo ufficialmente una razza protetta”. Il problema di Joel è che sta andando a ritirare l’esito dell’esame per l’Aids, ha paura, non vuole andarci poi ci andrà. Film interessante ma che fa pensare ad una serie di esercizi per una scuola di regia: ben fatti, un ottimo bianco e nero, ma troppo “costruiti” e poco autentici.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

A Montreal Cosmos, tassista di origine greca riflette a voce alta e filosofeggia mentre porta a destinazione i suoi passeggeri.
L’INDIVIDUO. Un serial-killer, dall’aspetto insospettabile si aggira per la città, regalando fiori alle proprie vittime.
IL LANCIO. Yannie e Joel passano la mattina a girovagare in macchina per la città, cercando di non pensare se sia meglio sapere o non sapere il risultato del test dell’AIDS fatto da Joel.
LE TECHNETIUM. Un giovane e timido filmaker viene preso in ostaggio dalla folla isterica che partecipa ad un talk-show.
JULES E FANNY. Jules non può resistere alla tentazione di vedere il seno rifatto di Fanny, sua tenace e combattiva ex-fidanzata, ormai donna in carriera.
AURORA E CREPUSCOLO. Aurora, lasciata dal ragazzo proprio la sera del suo compleanno, conosce un uomo anziano e saggio, che dice di chiamarsi Crepuscolo. Passano la serata insieme a giocare a biliardo e a ballare come due persone senza età.
COSMOS E L’AGRICOLTURA. Il furto del taxi di Cosmos dà vita ad una rocambolesca avventura che si conclude tra i campi.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.