Dalla rassegna stampa Cinema

Oscar 2018: le previsioni come Miglior Film (prima parte)

Oscar 2018: le previsioni come Miglior Film (prima parte)

Daniele Marseglia

Chi ci ha seguito nei precedenti articoli dedicati alle previsioni degli Oscar 2018 si è già fatto l’idea che quest’anno, nelle categorie principali, non c’è nessuno che parte avvantaggiato sugli altri rendendo la gara incerta fino all’ultimo momento. Possiamo dire lo stesso anche per quanto riguarda la categoria più prestigiosa, quella di Miglior Film, dove ormai da qualche anno le pellicole candidabili possono arrivare fino a 10. Andiamo a vedere chi sono i favoriti per gli Oscar 2018, cominciando con i primi 5 titoli:

Del Toro e Gudagnino in pole position agli Oscar 2018

The Shape of Water di Guillermo Del Toro, trionfatore a Venezia, sarà sicuramente della partita. E’ stato giudicato da molti come il miglior film della carriera del regista messicano, un mix di romanticismo, fantasy e amore per il cinema. Dall’altra parte c’è anche il partito (di minoranza) di chi non ha amato la storia d’amore tra una donna muta e un uomo pesce. Sarà interessante vedere come il film sarà accolto dal pubblico al botteghino americano quando uscirà il giorno di Natale.

Se il film di Del Toro ha fatto storcere il naso ad alcuni questo non si può dire invece per Chiamami col tuo nome, il sensuale e sontuoso film di Luca Guadagnino acclamato da tutta la critica fin dalla sua prima proiezione al Sundance di quasi un anno fa. Ci sono alcuni che dicono che l’Academy non premierebbe per due volte di seguito un film che ha al centro una storia d’amore omosessuale (lo scorso anno vinse Moonlight), ma è un totale nonsense, basti ricordare come nel pieno degli anni ’90 vinsero, uno di fila all’altro, film come Il paziente inglese, Titanic e Shakespeare in Love, tutte e tre pellicole romantiche. Il film di Guadagnino è forte anche dell’incetta di nomination agli Indie Spirit Awards, i premi al cinema indipendente americano.

Nella corsa agli Oscar 2018 come Miglior Film c’è anche Dunkirk. Sebbene il film sia uscito negli Stati Uniti in piena estate, Nolan e la Warner Bros. hanno lavorato duro per tenere il film fresco nelle menti dei membri dell’Academy. Acclamato dalla critica e grande successo al botteghino, il film di Christopher Nolan potrebbe davvero tentare il colpaccio e guadagnare il premio più prestigioso.

Ma c’è un altro film uscito nel corso dell’anno, lontano dai mesi caldi per l’Academy, che rappresenterebbe l’outsider di quest’edizione con più chance di guadagnarsi una nomination. Si tratta del social thirller prodotto da Jordan Peele Scappa – Get Out, uscito negli Stati Uniti lo scorso febbraio. La Universal, che distribuisce il film, avrà un compito arduo nel rinvigorire l’interesse attorno a questo film, magari programmando una nuova uscita nei cinema una volta guadagnata la nomination.

Ottime chance anche per il film di McDonagh

Tre manifesti fuori Ebbing, Missouri potrebbe rappresentare la sorpresa degli Oscar 2018, ma il premio del pubblico che si è portato a casa all’ultimo Festival di Toronto è sinonimo di un posto assicurato nella categoria Miglior Film. La commedia nera di Martin McDonagh ha raccolto solo critiche positive fin dal suo esordio a settembre alla Mostra del Cinema di Venezia e sarà uno dei titoli che ritroveremo nelle principali categorie.

Continua a seguirci! Nei prossimi giorni andremo a scoprire chi sono gli altri 5 titoli che potrebbero trovare un posto nella categoria di Miglior Film ai prossimi Oscar 2018.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.