Dalla rassegna stampa Amministrazioni

Il sindaco nega loro l'unione civile perché gay, ma loro "si sposano" nel comune vicino

Il sindaco nega loro l’unione civile perché gay, ma loro “si sposano” nel comune vicino
A Favria nel Canavese, il no del primo cittadino a settembre aveva provocato polemiche nazionali

Il sindaco nega loro l’unione civile perché gay, ma loro “si sposano” nel comune vicinoIl sindaco del loro paese aveva rifiutato di “sposarli” perchè gay. Ma loro non si sono arresi. Unione civile celebrata, dunque per Massimo e Luca, i due canavesani che a settembre avevano organizzato il matrimonio a Favria ma si erano visti rifiutare la cerimonia dal sindaco del paese, Serafino Ferrino cattolico oltranzista che per questo aveva detto il no senza appello all’unione.

L’altra mattina i due si sono uniti civilmente a Rivara, Comune limitrofo, davanti al primo cittadino Gianluca Quarelli. La loro vicenda aveva scatenato un ampio dibattito a livello nazionale dal momento che il sindaco di Favria, invocando una sorta di “obiezione di coscienza”, si era opposto all’unione civile nonostante la legge appena entrata in vigore.



da Quotidianocanavese.it

RIVARA – Per Luca e Massimo matrimonio gay in Comune: dopo il rifiuto del sindaco di Favria si sono sposati lo stesso

Ad un anno di distanza si chiude la lunga vicenda che ha visto il sindaco di Favria, Serafino Ferrino, alla ribalta delle cronache nazionali per il suo «No» a celebrare un’unione tra due persone dello stesso sesso

RIVARA – Per Luca e Massimo matrimonio gay in Comune: dopo il rifiuto del sindaco di Favria si sono sposati lo stesso
Luca e Massimo alla fine si sono sposati. E lo hanno fatto a Rivara, in quel di Villa Ogliani, dopo che il sindaco del Comune che avevano scelto per celebrare l’unione civile, prevista dalla legge, li aveva respinti. Ad un anno di distanza si chiude la lunga vicenda che ha visto il sindaco di Favria, Serafino Ferrino, alla ribalta delle cronache nazionali per il suo «No» a celebrare un’unione tra due persone dello stesso sesso.

Luca e Massimo, tra l’altro, l’avevano già specificato l’anno scorso: «Ci sposeremo lo stesso in Canavese ma andremo in un altro Comune». La prima unione civile di Rivara, celebrata dal sindaco Gianluca Quarelli lo scorso 29 aprile, chiude quella lunga vicenda.

Tra l’altro la coppia non ha scelto Rivara a caso: il sindaco Quarelli, dopo le polemiche suscitate dalla presa di posizione di Ferrino, si era offerto pubblicamente di celebrare il matrimonio gay. Buona anche la location di Villa Ogliani che ben si presta alle cerimonie.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.