Dalla rassegna stampa Cronaca

Unioni civili alla Casa di Giulietta - Già presentate dieci richieste

VERONA La prima cerimonia dovrebbe svolgersi nel primo fine-settimana di settembre, ma sono già una decina le coppie gay che hanno chiesto di poter sancire la loro unione con una «dichiarazioni di costituzione di unione civile». A dire il vero, per l’attuazione della legge Cirinnà, che consente queste unioni, non sono ancora stati emanati i decreti attuativi. Ma intanto a Verona la giunta ha stabilito di applicare alle unioni le stesse tariffe in vigore per i matrimoni civili, mettendo a disposizione le stesse sedi.
Casa di Giulietta per le unioni civili Una decina le richieste

Il Comune fissa luoghi e prezzi (uguali ai matrimoni)

Si attendono i decreti attuativi, a settembre il primo sì

VERONA La prima cerimonia dovrebbe svolgersi nel primo fine-settimana di settembre, ma sono già una decina le coppie gay che hanno chiesto di poter sancire ufficialmente la loro unione con una «dichiarazioni di costituzione di unione civile». A dire il vero, per l’attuazione della legge Cirinnà, che consente queste unioni, non sono ancora stati emanati gli indispensabili decreti attuativi.

Ma proprio pochi giorni fa, il premier Matteo Renzi, durante il vertice Nato di Varsavia, ha telefonato a una persona anziana e gravemente malata, che aveva espresso il timore di non fare in tempo ad unirsi al suo compagno: a lui, il presidente del Consiglio ha assicurato che i tempi saranno rapidi. E nello stesso giorno, Palazzo Chigi aveva trasmesso la nuova normativa al Consiglio di Stato, rafforzando l’ipotesi che la questione burocratica possa chiudersi entro la fine di agosto.

Di qui l’accelerazione dei tempi decisa in molti Comuni italiani. E a Verona, proprio ieri mattina, la giunta comunale ha stabilito di applicare alle unioni le stesse tariffe in vigore per i matrimoni civili, mettendo a disposizione le stesse sedi. Anche per le dichiarazioni di costituzione di unione civile, quindi, la cerimonia nella sala delle bandiere di Palazzo Adigetto nelle giornate di venerdì, dalle 9 alle 13, sarà gratuita, mentre saranno a pagamento, nei giorni e negli orari scelti dagli interessati, nelle altre sedi previste. In dettaglio, le cerimonie con accompagnamento musicale alla Casa di Giulietta, nella sala Arazzi di Palazzo Barbieri e nella Cappella dei Notai a Palazzo della Ragione costano tra i 500 e gli 800 euro a seconda della lunghezza della cerimonia (30 o 60 minuti) e della residenza degli interessati (se almeno uno è residente nel Comune di Verona paga il prezzo minimo, chi arriva da fuori paga invece via via di più, a seconda che arrivi dalla provincia o da fuori). Nella sala delle Muse al Museo degli Affreschi, alla Tomba di Giulietta, la cerimonia è invece gratuita il giovedì e il sabato mattina (se almeno uno degli interessati è residente nel Comune), altrimenti costa tra i 200 e i 600 euro.

Infine, nelle ville e nei palazzi storici convenzionati su tutto il territorio comunale, da villa Wallner a villa Arrighi, da Palazzo Verità Poeta ad altri 8 siti, si pagano 285 euro al Comune, cui poi si aggiungono ovviamente i costi da concordare coi proprietari dei siti.

Tornando alle norme sulle unioni civili, ricordiamo che il 5 giugno scorso è entrata in vigore la legge sulla «regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze», in base alla quale due persone maggiorenni dello stesso sesso possono costituire un’unione civile rendendo una dichiarazione scritta (lettera) alla presenza di due testimoni di fronte all’ufficiale di stato civile di un qualsiasi comune della Repubblica Italiana che provvede alla registrazione degli atti nell’archivio dello stato civile. Come abbiamo detto, si attendono adesso i decreti attuativi, ma la promessa di Renzi è di farli arrivare in tempi strettissimi. E se la promessa sarà mantenuta, a Verona la prima coppia omosessuale potrà festeggiare la sua unione già nella mattinata di sabato 3 settembre.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.