Dalla rassegna stampa Politica

Chiara Appendino sostituisce i cartelloni del Gay Pride imbrattati

Torino, la sindaca ripulisce i manifesti del Gay pride imbrattati dai vandali con le svastiche

«Un atto da condannare. Ma una condanna non ci sembrava sufficiente, ci sembrava giusto venire qui». La sindaca Chiara Appendino, l’assessore alle Pari opportunità Marco Giusta e Alessandro Battaglia, responsabile del Coordinamento Torino Pride, oggi sono andati in zona piazza d’Armi e hanno rimpiazzato alcuni manifesti della manifestazione che si svolgerà il prossimo 9 luglio, imbrattati l’altro giorno con svastiche e altri simboli offensivi. «Questi sono residui di un’età che non vogliamo più vedere», ha detto Giusta. «E’ importante che quando accadono queste cose cittadini e istituzioni rispondano senza paura a queste forme di violenza».

 


da La Repubblica

Torino, la sindaca ripulisce i manifesti del Gay pride imbrattati dai vandali con le svastiche
“Si tratta di simboli osceni, ma non basta condannare. Ci sembrava giusto venire qua di persona e coprire con nuovi manifesti quelli imbrattati”. La sindaca Chiara Appendino è arrivata in piazza d’Armi poco prima delle 18 per sostituire i manifesti del “Torino pride”, che si terrà il 9 luglio, imbrattati da sconosciuti con svastiche e croci celtiche. Insieme a lei anche l’assessore alle Pari Opportunità della città, Marco Giusta, che fino a qualche settimana fa era presidente di Arcigay Torino e il coordinatore del Torino Pride, Alessandro Battaglia, che qualche ora prima aveva condannato duramente il gesto
di JACOPO RICCA

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.