Dalla rassegna stampa

“Sceriffo” armato terrorizza le coppie gay sul Righi

«Andate a fare le vostre cose da un’altra parte».

Genova – «Andate a fare le vostre cose da un’altra parte». Lo “sceriffo” del Parco del Peralto ha lunghi baffi bianchi, tiene una pistola in pugno e porta un cappello da cowboy in testa. Terrorizza le coppiette che si appartano sotto Forte Sperone. In auto o dietro al muretto. Per lui non fa differenza. La sequenza è sempre la stessa: si avvicina, punta l’arma e incute terrore. Determinato e risoluto. Nel suo mirino sono finite soprattutto coppie omosessuali.

Le vittime hanno raccontato che l’uomo potrebbe «avere intorno ai cinquant’anni» e che il cappello che indossa assomiglia a quello dei «cowboy americani». Giurano di aver avuto molto paura davanti all’arma. I carabinieri aprono un’inchiesta per minacce gravi.

Una qualificata fonte investigativa spiega al Secolo XIX: «Nell’ambito dei controlli abbiamo saputo che altre persone, la maggior parte di queste omosessuali, sono state minacciate da questo ”sceriffo” mentre si trovavano al parco per un incontro clandestino».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.