Dalla rassegna stampa Musica

I nuovi queen unico live a piazzola

… «Adam Lambert non è un imitatore di Freddie, è un frontman già formato con una propria personalità – precisa May – noi non l’abbiamo cercato ma ci siamo incontrati anche se era arrivato secondo ad American Idol, penalizzato dal fatto di essere gay….

I Queen sono un mito. Un mito del rock costruito con quarant’anni di hit e qualcosa come 300 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Un mito che, nonostante la morte di Freddie Mercury nel 1991, continua a esistere grazie al batterista Roger Taylor e al chitarrista Brian May che lo mantengono vivo portando la musica della «regina» nel mondo. L’unica data italiana di Queen + Adam Lambert è fissata per il 25 giugno all’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta, Padova, all’interno del Postepay Sound. A presentare il concerto è stato lo stesso May impegnato assieme a Kerry Ellis nel «One Voice Tour», passato lunedì per il Gran Teatro Geox di Padova. «Nei tour di Kerry Ellis c’è più libertà rispetto ai concerti dei Queen – spiega sereno il chitarrista – con lei c’è un’affinità profonda su ogni cosa, mentre con Roger Taylor siamo in disaccordo su tutto, come due veri fratelli».
Lunedì scorso May ha «assaggiato» il pubblico padovano e ne è rimasto entusiasta. «A Padova con Kerry Ellis è stato un concerto fantastico – ha voluto sottolineare May ricordando la visita agli Scrovegni – la Cappella degli Scrovegni è semplicemente meravigliosa, mi ha colpito la ricerca di Giotto della prospettiva nonostante fossimo ancora agli inizi del Trecento e la storia che sia stata edificata per espiare le colpe del padre. Certo mancava la visione stereoscopica ma era solo l’inizio del Rinascimento».
A Piazzola il 25 giugno la musica sarà quella che tutti ricordano, cantata da Freddie Mercury. «La scaletta del concerto di Padova non l’abbiamo ancora decisa. Ci siamo sentiti con Roger e Adam Lambert ma non abbiamo scelto – spiega May – qualche sorpresa ci sarà, ma le hit dei Queen che il pubblico vuole sentire sono tante. Con Lambert in passato abbiamo recuperato canzoni rimaste fuori dalla scaletta per tanto tempo come Stone cold crazy e Killer Queen . E a chi ancora vede come un affronto l’aver «rimpiazzato» sul palco un insostituibile Mercury risponde: «Adam non è un imitatore di Freddie, è un frontman già formato con una propria personalità – precisa May – noi non l’abbiamo cercato ma ci siamo incontrati anche se era arrivato secondo ad American Idol, penalizzato dal fatto di essere gay. Non abbiamo intenzione di registrare un album assieme a Lambert, la sua carriera solista procede bene: per ora siamo in sintonia, ma se cambiasse qualcosa ognuno tornerebbe per la propria strada».
Un ricordo di David Bowie è stato doveroso. «La sua tecnica creativa su Under pressure era inusuale, diversa dalla nostra, me le visioni, alla fine, si sono incontrate – continua May – Roger (Taylor, nda) era quello rimasto più in contatto con lui. Ogni volta che suonavamo vicino a lui gli spedivamo un invito ma non è mai riuscito a venire. È stata una perdita enorme per la musica».
I biglietti per il concerto, organizzato da Barley Arts, sono disponibili in prevendita sul circuito Ticketone (www.ticketone.it) e nei punti vendita Vivaticket (www.vivaticket.it) e sul sito postepaysound.it (nei prossimi giorni), con sconti del 15 per cento riservate ad i possessori di Postepay.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.