Dalla rassegna stampa Teatro

Viaggio in Italia su un treno corsaro per celebrare Pasolini

Il Teatro di Roma presenta il cartellone 2015-2016 A quarant’anni dalla morte, tanti gli omaggi a PPP

ROMA – SE il mondo letterario e culturale, che per tutta la vita lui aveva mandato all’aria, ora lo celebra con tutti i crismi per i 40 anni dalla morte, prova a dare un segno diverso il Teatro di Roma che ricorda Pier Paolo Pasolini in una luce diversa, limitando la riproposizione dei suoi testi teatrali spesso troppo impervi, ma costruendo un “tutto Pasolini” tra danza, teatro e un’insolita esperienza di viaggio. La prossima ricca stagione del teatro romano- presentata ieri senza nascondere i problemi dietro ai successi: oltre 90 appuntamenti nel 2015, un bilancio del 2014 con +240% di recite, +155% di spettatori, +100% ricavi al botteghino, ma tagli nei contributi di oltre un milione, specie dal Comune di Roma che dovrebbe essere il più munifico socio anche per l’entusiasmo espresso dal sindaco Marino- costruita su una serie di percorsi tematici, avrà infatti in Pasolini uno dei suoi filoni più originali «perché il suo coraggio ci ha guidati nella riflessione sul presente », dice il direttore Antonio Calbi. Spiccano il recital musicale di Giovanna Marini, la prima messa in scena del romanzo Ragazzi di vita e il “treno corsaro”, un vero treno che dal Friuli dove PPP nacque percorrerà tappe “ teatrali” fino a Macerata dove girò Il Vangelo secondo Matteo .
«Già dagli anni Sessanta avevo pensato di musicare le poesie – spiega la Marini che ha racconti epici dei suoi incontri con PPP ed è l’artefice del concerto Sono Pasolini dal 27 ottobre al Teatro India – mi fermai dopo la morte di Pier Paolo. Fu Laura Betti a convincermi di proseguire. Qui canteremo le poesie friulane, i delicati Canti della Nuova gioventù accostati alla prima Lettera luterana recitata da Vinicio Marchioni, perché l’intelligenza di PPP si contraddiceva e io voglio mostrarlo come volle farlo lui in Le ceneri di Gramsci ».
Se il concerto-spettacolo della Marini aprirà l’omaggio romano, a chiuderlo sarà Ragazzi di vita diretto da Massimo Popolizio, grande interprete della scena italiana che porterà, da regista e protagonista accanto a Umberto Orsini, Il prezzo di Arthur Miller. «I testi teatrali di PPP mi paiono un po’ antichi dopo i lavori di Castri e Ronconi. E proprio con Ronconi ho fatto una lunga esperienza nel mettere in scena i romanzi – spiega Popolizio – così ho scelto Ragazzi di vita . Penso a un attore, Vinicio Marchioni, nei panni di Pasolini a cui ragazzi romani andranno a dire il romanzo. Sto cercando proprio le giovani “furie romane” per una commedia picaresca quasi nello stile di Giordano Bruno, un romanzo di formazione dove a formare è la violenza». Andrà in scena all’inizio della stagione 2016. Prima si vedrà il Calderon con la regia di Federico Tiezzi, una delle produzioni di punta del Teatro di Roma, Il Vantone con Ninetto Davoli, un recital da Sade con Francesca Benedetti diretta da Marco Carniti, il “teatro da mangiare” del Teatro delle Ariette che in una roulotte per sei spettatori rifletterà sull’eredità di PPP, il coreografo Enzo Cosimi in Bastard Sunday e il nuovo lavoro di ricci/forte PPP ultimo inventario .
La sorpresa è il “treno corsaro” in collaborazione con il Css di Udine da dove partirà. «L’idea ci è venuta da La lunga strada di sabbia , resoconto del viaggio in Italia che PPP fece nel ‘59. Come è mutato il paesaggio da allora? – anticipa il direttore Calbi- ce lo diranno le parole dello scrittore: a Udine Giuseppe Battiston diretto da Alfonso Santagata, con una drammaturgia di Renata Molinari, monterà alcune poesie; a Milano dove, passando da Casarsa, Pordenone, Brescia dove girò Salò , verrà riproposto Patmos , l’orazione scritta dopo piazza Fontana, e via fino a Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Matera». Alla fine diventerà un docufilm. L’idea è iniziare il viaggio il 5 marzo, giorno del compleanno di Pasolini.
Per la prima volta sarà messo in scena “Ragazzi di vita”pubblicato sessanta anni fa

PROTAGONISTA A Pier Paolo Pasolini è dedicato un ciclo di spettacoli

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.