Dalla rassegna stampa

Il regista gay Roland Emmerich (Indipendence Day) ha scelto il protagonista del suo film sulla rivolta di Stonewall

Sarà il giovane Jeremy Irvine, lanciato da Spielberg con “War Horse”


L’attore Jeremy Irvine

Sembra tutto pronto per la realizazione del film “Stonewall”, un sogno nel cassetto del regista gay Roland Emmerich (l’autore del colossal Indipendence Day, di cui sta preparando il sequel), che adesso ha trovato anche il protagonista per questo piccolo film (già raccolto un budget di 14 milioni di $) che stava progettando da anni. Sarà l’attore Jeremy Irvine, richiestissimo dopo la sua partecipazione al film “War Horse” di Steven Spielberg, e che vedremo anche nel fantasy “Fallen”, ad interpretare il personaggio di un ragazzo che, sullo sfondo delle rivolte di Stonewall e successive, prende coscienza della sua identità e dei diritti degli omosessuali. Spiega Emmerich: “Sarà la storia di un ragazzo povero e senza casa che incontra un gruppo di fantastici giovani newyorkesi insieme ai quali parteciperà alle rivolte che hanno cambiato il mondo. Mi meraviglia che questa storia sia così poco conosciuta. Solo due libri sono stati scritti su di essa”. Il film, che, assicura il regista, avrà una tematica completamente diversa dal film “Milk” di Gus Van Sant, sarà ambientato intorno al 28 giugno 1969, quando la polizia entrò nello Stonewall Inn, un bar gay dell’ East Village di New York (curiosamente gestito dalla mafia), per arrestare i ragazzi, molti dei quali gay senza fissa dimora, che lo avevano scelto come rifugio abituale. La sceneggiatura del film è stata scritta dal commediografo John Robin Bates, in stretta collaborazione col regista. I produttori, oltre al regista, sono Michael Fossat e Marc Frydman, mentre i produttori esecutivi sono Kirstin Winkler e Adam Press. Markus Förderer sarà il direttore della fotografia


Il regista Roland Emmerich

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.