Dalla rassegna stampa Cinema

Charlotte Gainsbourg cede a von Trier, girerà il porno

…Charlotte Gainsbourg, attrice sensibile ed estrema, ha firmato il contratto che la legherà per terza volta a Lars von Trier in un film esplicito fin dal titolo, Nymphomaniac…

Le sevizie di Antichrist e di Melancholia non le sono bastate. Anzi, l’hanno spinta a dire sì per la terza volta al suo geniale torturatore. E così Charlotte Gainsbourg, attrice sensibile ed estrema, ha firmato il contratto che la legherà per terza volta a Lars von Trier in un film esplicito fin dal titolo, Nymphomaniac.
Un patto siglato con il sangue, e non si dice per metafora dato che il nuovo progetto del discusso regista danese annuncia di voler portare sugli schermi una storia di sesso e violenza a tinte fortissime e senza veli di sorta. Il realismo sarà tale, promettono Lars e il suo socio-produttore Peter Aalbek Jensen, che del film verranno girate due versioni, una «soft» per le sale cinematografiche, e una «hard» per gli appassionati del genere.
Quanto alla storia, si sa che inizia con Joe-Charlotte ritrovata in una fredda sera d’inverno su una strada, semisvenuta e brutalmente picchiata, da un anziano professore universitario, interpretato da Stellan Skarsgard, altro attore feticcio di Lars. L’uomo la soccorre, la porta nella sua casa dove la donna, una volta ripresasi, gli racconta tutta la sua vita. Una maratona, o forse un calvario, nella spasmodica e mai soddisfatta ricerca del piacere sessuale.
«Voglio esplorare l’eros femminile dalla nascita fino ai 50 anni in un racconto scandito in otto capitoli — promette Trier —. E lo farò senza tabù di sorta». Per questo non è stato facile trovare la protagonista. Che non doveva essere un’attrice porno ma un’attrice vera, disposta però a travalicare ogni limite. «Anche a girare vere scene di sesso», precisa il regista. Confidando in Lars, Charlotte ha dato la sua disponibilità. Più difficile ancora sarà però trovare l’adolescente che dovrà impersonarla da giovinetta. Rischi penali sono in agguato.
Comunque, l’inizio delle riprese è previsto per l’estate, in Westfalia. Coproduzione tedesca accanto alla danese Zentropa. Che al genere non è nuova, dato che tra i suoi vari filoni filmici, conta pure la Pussy Power, fondata con un gruppo di femministe lesbiche firmatarie del Pussy Power Manifesto, e specializzata nella produzione di film porno per etero e gay. Ma, nonostante i tanti bagliori sulfurei, il film, conclude Lars, sarà anche divertente. «Un po’ buffo, un po’ poetico, un po’ filosofico», precisa. Certo le disavventure della virtù della sua Joe non possono non ricordare quelle di Justine, eroina di uno dei suoi autori prediletti, maestro di ogni crudeltà erotico-visionaria, il divino Marchese de Sade.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.