Dalla rassegna stampa Cinema

Laura Morante, musa del cinema italiano, all’esordio da regista

…ci sono voluti sette anni, neanche avessi dovuto realizzare “Ben Hur”, o “La caduta degli dei”», racconta l’attrice…

Woody Allen, ma soprattutto i Peanuts: Laura Morante, musa del cinema italiano, l’attrice che ha fatto dell’impegno la propria bandiera, arriva all’esordio da regista eleggendo a sorpresa come numi tutelari l’attore e regista newyorchese e le strip del compianto Charles Schulz. Parliamo di «Ciliegine», in uscita venerdì, film che Laura Morante ha prodotto con il marito Francesco Giammatteo (architetto prestato al cinema), scritto con Daniele Costantini (regista e padre di sua figlia Eugenia) e interpretato con Pascal Elbe e Georges Claisse (anche supervisore della traduzione francese della sceneggiatura oltre che padre di Agnese, figlia dell’attrice neoregista). «Sarà che sono insopportabile durante i rapporti, ma dopo no, lascio un buon ricordo», ironizza la Morante commentando la sua tribù famigliare allargata: «Avendo avuto poche relazioni importanti cerco di non perderle, perché le considero preziose. Nella mia vita ho avuto la fortuna di incontrare persone di valore, ci tenevo ad averle tutte vicine in questa occasione». «Ciliegine» racconta la storia di Amanda (Morante), che ha sempre avuto rapporti complicati con gli uomini, giudicandoli inaffidabili e guardandoli con sospetto. Lo psicanalista Bertrand (Frédéric Pierrot), marito della sua migliore amica Florence (Isabelle Carré), sostiene che Amanda è affetta da androfobia, che la spinge a cercare ogni pretesto per interrompere le relazioni, come accade quando abbandona l’ultimo partner, reo di aver mangiato l’unica ciliegia sulla torta d’anniversario. Al veglione di capodanno però incontra Antoine (Elbe), appena piantato dalla moglie, pensa che sia gay (e quindi innocuo) e si apre: lui vorrebbe dichiararle il suo innamoramento, ma trovare la via per arrivare al suo cuore non sarà facile. «Potrei citare Flaubert e dire “Amanda c’est moi”», sorride Laura, «ma in realtà in Amanda non ho messo tanto i miei tic, che pure ci sono, ma una serie di vicende di cui negli anni mi è capitato di essere testimone. La scena della ciliegia, che dà il titolo al film, è quella da cui siamo partiti Daniele ed io in fase di scrittura, all’inizio avevamo pensato a un film drammatico, poi abbiamo optato per la commedia». «Il vero dramma è stato riuscire ad arrivare a girare il film, visto che ci sono voluti sette anni, neanche avessi dovuto realizzare “Ben Hur”, o “La caduta degli dei”», racconta l’attrice, «avevamo scritto un trattamento in italiano e lo avevamo mandato a diversi produttori, a cominciare dalla Rai, ma nessuno rispondeva. Visto che all’epoca ero sul set di Alain Resnais, ho fatto leggere il copione al produttore Bruno Pesery, che si è detto interessato a patto di trasferire la storia dall’Italia alla Francia. Poi, nell’ordine, ho dovuto accollarmi il ruolo di regista, quello di protagonista (in origine volevo Sandrine Kiberlain, ma serviva un’attrice italiana per giustificare la coproduzione) e, alla fine, sono dovuta anche diventare coproduttrice, formando con Francesco la Nuts and Bolts Production, altrimenti il film non sarebbe mai stato realizzato». Superati questi ostacoli Morante si è finalmente potuta divertire sul set, costruendo un’Amanda che, dice, «per me è come Lucy dei Peanuts, un personaggio difficile, ma io amo i personaggi difficili, quasi insopportabili. Le scene nel planetario citano le strip dove Charlie Brown e Linus filosofeggiano guardando il cielo stellato: mi servivano per mostrare la tenerezza verso i personaggi, perché volevo fare una parodia affettuosa delle commedie sentimentali, lasciandone intatti la nostalgia e il romanticismo, senza il distacco dell’ironia». Elbe si dice entusiasta della neoregista: «Laura capisce perfettamente gli attori, farsi dirigere da lei è un sogno, mi prenoto subito per un eventuale “Ciliegine 2”, a costo di apparire solo nella prima scena ed essere immediatamente abbandonato da Amanda».

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.