Dalla rassegna stampa Libri

Melissa P parla di omosessualità e tossicodipendenza nella sua prima graphic novel, Vertigine!

…Nella sua prima graphic novel Melissa P. affronta due temi tabù: omosessualità e tossicodipendenza. Un libro spietato e al tempo stesso tenerissimo che conferma le doti di una scrittrice fuori dagli schemi e svela quelle di un’artista destinata a far parlare di sé…

Non so bene perché, ma un po’ tutti conoscono il nome di Melissa P, per gli amici semplicemente Melissa Panariello. Sarà forse per lo scandalo del suo primo libro, gli argomenti trattati e la vita vissuta di una minorenne, ecchilosà!

Probabilmente il successo e la notorietà non sono dovuti alla sua partecipazione al programma televisivo Mistero con Bossari e Raz Degan, sarebbe ingiusto. E allora perché tutti conoscono il nome di Melissa P pur non avendo mai letto mezza pagina di un suo libro? Non lo so però posso provare a darvi un motivo, una giustificazione, Melissa P. è anche autrice di una Graphic Novel, accompagnata dai bellissimi disegni di Alice Pasquini, una graphic novel di ttto rispetto, molto curata, bella da vedere e interessante da leggere, Vertigine, edito dalla BUR Biblioteca Univ. Rizzoli. Quindi ora anche voi avete una scusa, una giustificazione per conoscere Melissa P.

Anna è bella e saggia, ha una cascata di riccioli biondi e grandi occhi comprensivi. Le amiche la adorano, i ragazzi la corteggiano, ma Anna vuole solo star sola. Vive con una madre inacidita dall’età e dall’abbandono del marito, e non si concede di sognare nulla di più. Claire è sua cugina. Vive a Parigi ed è un vero ragazzaccio: impetuosa, disinibita, incontenibile. Suona il basso, è ricoperta di piercing e nasconde un segreto. Quando le due ragazze si ritrovano, dopo anni di separazione, qualcosa di ingovernabile scatta tra di loro: amore, passione, la scoperta della tenerezza e del sesso. Ma i segni degli aghi sulle braccia di Claire sono un segnale impossibile da ignorare, per Anna: sua cugina, il suo primo e unico amore, è una tossica. E lei la salverà, costi quel che costi. Nella sua prima graphic novel Melissa P. affronta due temi tabù: omosessualità e tossicodipendenza. Un libro spietato e al tempo stesso tenerissimo che conferma le doti di una scrittrice fuori dagli schemi e svela quelle di un’artista destinata a far parlare di sé.

Blogosfere.it

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.