Dalla rassegna stampa Cinema

«Avvenire» e la Papessa bocciata

… In una lettera al quotidiano cattolico, un lettore esprime il dubbio che il giudizio sul film sia motivato «dalla favola che racconta» e che sia stato stroncato per quel che narra, non per come lo narra…

MILANO— Una «bufala tedesca», un film «modestissimo»: in questi termini Avvenire aveva parlato di La Papessa, la storia di Johanna, nata nell’814, che assorbe Sacre scritture e testi classici e arriva a Roma nei panni maschili del monaco Johannes Anglicus, alla corte di Papa Sergius. E un gioco di intrighi la porta a diventare papa (Giovanni VIII). In una lettera al quotidiano cattolico, un lettore esprime il dubbio che il giudizio sul film sia motivato «dalla favola che racconta» e che sia stato stroncato per quel che narra, non per come lo narra. Il direttore di Avvenire Marco Tarquinio, nella sua risposta, assicura che le valutazioni sono «serenamente stilate e serenamente pubblicate, ma ovviamente sul piano artistico sono anche del tutto opinabili. Chi si fida di noi altrettanto ovviamente ne tiene conto».

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.