Dalla rassegna stampa Cinema

Massimo Ranieri è Pasolini nell'ultimo anno di vita

L’ultimo anno di vita di Pier Paolo Pasolini fino all’omicidio all’Idroscalo di Ostia, diventa oggetto di un film che vedrà nei panni dell’intellettuale e regista friulano Massimo Ranieri…

L’ultimo anno di vita di Pier Paolo Pasolini fino all’omicidio all’Idroscalo di Ostia, diventa oggetto di un film che vedrà nei panni dell’intellettuale e regista friulano Massimo Ranieri. Dal titolo «Pasolini, la verità nascosta», la pellicola sarà girata in buona parte nel luogo dove amava ritirarsi, la torre medievale di Chia, frazione di Soriano nel Cimino, in provincia di Viterbo. Proprio nella torre di Chia, Pasolini avrebbe dovuto incontrarsi con alcuni amici la mattina del 2 novembre 1975, ma durante la notte precedente fu assassinato all’idroscalo di Ostia. Il film, diretto da Federico Bruno e sceneggiato da Massimiliano Moccia, è incentrato sulla stesura del libro incompiuto «Petrolio» (Garzanti, 1994), nel quale Pasolini denuncia il tentativo eversivo della destra economica italiana e la strategia della tensione, di cui il poeta parlò anche in un articolo sul «Corriere della Sera», «Cos’è questo golpe». Durante le permanenze nel Viterbese si impegnò affinché l’allora Libera Università della Tuscia fosse riconosciuta come ateneo di Stato.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.