Dalla rassegna stampa Cinema

I malinconici ricordi di Pedro Almodóvar

VOLVER – VOTO: 9

Fedele alla sua malinconia e all’educazione di beato tra le donne, il regista della Mancha rimuove il lutto materno con una meravigliosa storia di vivi e morti che convivono nella dimensione della memoria e degli affetti.
La morte della madre e il ritorno come fantasma fa scoppiare un confronto fra tre generazioni di donne, sulle cui orme l’autore entra in una sfera affettiva che lo riguarda e che il periodo del kitch-pop-gay-camp aveva travestito.
Pedro apre le porte della sua solitudine con una commedia triste e allegra che ruota intorno ai ricordi – magnifico inizio ventoso al cimitero – ma chiacchiera in cucina, fa la permanente, cucina, pulisce il sangue per terra. Certo che c’è ancora il melò hollywoodiano, ma va alle radici della sua terra e l’uso strepitoso delle star complici è la più bella prova per tutte, dalla Maura alla Cruz che si muove bella e felina come una maggiorata ’50.

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.