Dalla rassegna stampa Cinema

IL BOTTEGHINO PREMIA ANG LEE

In soli tre giorni di programmazione, ‘Brokeback Mountain’ è al quarto posto tra i film più visti. Negli USA c’è chi ha chiesto a Bush cosa pensa del film.

Ottimo risultato ai botteghini italiani di ‘I segreti di Brokeback Mountain’, il film di Ang Lee sulla storia d’amore tra due cowboy del Wyoming. Nei primi tre giorni di programmazione nelle sale italiane la pellicola ha incassato oltre 883mila euro classificandosi al quarto posto dei film più visti del weekend. Distribuito in duecento copie, il capolavoro di Ang Lee è dietro a film come ‘Ecceziunale veramente’, uscito in oltre 500 copie, o ‘Match Point’ di Woody Allen presente in più di 350 sale.

Ancora premi in vista dell’Oscar
Il risultato ricalca quello eccellente ottenuto da ‘Brokeback Mountain’ nelle sale statunitensi, dove è uscito più di un mese fa: la pellicola è ancora al quinto posto tra i più visti e ha incassato ad oggi oltre 272 milioni di dollari. E sempre negli USA il film continua a mietere premi: l’ultimo arrivato è quello come miglior film dell’anno conferitogli dalla Producers Guild of America (PGA), l’associazione dei produttori americani.

Dal momento che il vincitore del premio assegnato dalla PGA ha ottenuto quasi sempre anche l’Oscar per il miglior film, è facile prevedere che dopo il Leone d’oro a Venezia, dopo i quattro Golden Globes per miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura e canzone originale, il valore di ‘Brokeback Mountain’ venga riconosciuto anche nella notte d’oro di Hollywood che si terrà il prossimo 5 marzo.

Voci dal forum
Anche gli utenti di Gay.it si entusiasmano per la vicenda dei due guardiani del Wyoming. Nel forum Cinema si moltiplicano i commenti: «sono una ragazza etero e di questa pellicola posso solo dire che mi è rimasta nel cuore» dice deborah, mentre un altro utente risponde che «un film (come un romanzo) centra l’obiettivo se fa discutere, se stimola un confronto tra punti di vista diversi. E, a quanto pare, il film c’è riuscito visto che nei forum di cinema e non solo, non si parla d’altro in questo periodo».

E Bush che ne pensa del film?
Intanto la storia d’amore tra Ennis del Mar e Jack Twist, i due cowboy interpretati da Heath Ledger e Jake Gyllenhaal, continua a far discutere gli spettatori americani. Persino il presidente George W Bush si è trovato a dover rispondere a una domanda sul film di Ang Lee durante un incontro avvenuto lunedì 23 gennaio nella Università statale del Kansas. Uno studente, prendendo spunto dal fatto che lo stesso Bush è un rancher, come lo sono molti abitanti del Kansas, gli ha domandato cosa pensasse del film. Evidentemente colto in fallo, il presidente ha risposto non senza qualche esitazione e suscitando risate nella sala: «Mi piacerebbe parlare di ranching, ma non ho visto il film. Ma ne ho sentito parlare».

Tra le risate generali Bush ha poi aggiunto: «Spero che ci andiate, sapete… Spero che andiate sempre nei ranch e nelle fattorie, voglio dire». Altre risate hanno posto il termine alla domanda del ragazzo che ha aggiunto: «Le piacerebbe. Dovrebbe vederlo».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.