Dalla rassegna stampa Cinema

La cattiva educazione di Almodovar

…E’ “La mala educacion”, la cattiva educazione, che affronta un tema scabroso ma, purtroppo, di grande attualità: il rapporto fra Chiesa e pedofilia…

Nuovo film-choc per il regista spagnolo
A suscitare scandali Pedro Almodovar ci è abituato. Dissacrante, scomodo, considerato da alcuni un vero e proprio mito del cinema, il regista spagnolo torna con una nuova pellicola che promette di far molto rumore. E’ “La mala educacion”, la cattiva educazione, che affronta un tema scabroso ma, purtroppo, di grande attualità: il rapporto fra Chiesa e pedofilia.
Il film, che sarà presentato in anteprima mondiale a Madrid fra una decina di giorni, aprirà fuori concorso il prossimo Festival Cannes, che quest’anno sarà presieduto dal regista americano Quentin Tarantino: è la prima volta che l’onore spetta a una pellicola spagnola. Al centro della vicenda la relazione fra il regista gay Enrique (Fele Martinez) e il giovane travestito Ignacio (Gael Garcìa Bernal, l’attore messicano già visto in “Y tu mamà tambien” e che presto impersonerà un giovane Che Guevara in “The Motorcycle Diaries”). La storia, che parte dagli anni ’60 per svilupparsi lungo tre decenni, affronta uno dei temi più odiosi, quello della violenza sui minori. Il film denuncia, in particolare, la perversione di alcuni sacerdoti pedofili nei confronti dei ragazzini ospiti degli istituti religiosi nel periodo della Spagna franchista.
Abusi psicologici e fisici, che segnano a vita anche i protagonisti de “La mala educacion”, che da adulti si trovano imprigionati in una spirale di violenza, sesso e droga. Il film di Almodovar, in cui non mancano esplicite scene gay, è destinato a sollevare il solito mare di polemiche. Il regista, che ha lavorato per dieci anni alla sceneggiatura del suo ultimo lavoro, ha ripescato nei propri ricordi di ragazzo, quando fu anch’egli ospite di un collegio di salesiani. Almodovar, già membro della giuria di Cannes nel 1992, ha vinto il premio come miglior regista alla kermesse francese nel 1999 con “Tutto su mia madre”. “La mala educacion” uscirà sugli schermi italiani dopo l’estate.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.