Dalla rassegna stampa Cinema

Il Guru

…Un racconto in cui tutti hanno almeno una doppia vita: il guru è un aspirante attore, la pornostar si fa credere maestra, il suo fidanzato in realtà ama un pompiere…

Divertendosi con Il Guru viene in mente, con una certa nostalgia, il grande Blake Edwards di Hollywood Party. Perché l’indiano comparsa di allora, Peter Sellers, era un paria della società, mentre oggi, in tempi di Bollywood e new age, è il massimo dello snobismo. Con ben architettati imbrogli, fuggendo dal set di un film porno che non gli si addice, egli si approfitta delle manie e nevrosi della società bene di New York, soprattutto di una ragazza disperatamente pronta a cambiar spirito e sposarlo (la simpatica Marisa Tomei): raccoglierà solo il testimone. Satira divertente anche se un po’ scontata, il film anglo-americano di Daisy von Scherler Mayer parte un po’ dalla vita vissuta del regista indiano Shekhar Kapur, e racconta la metamorfosi dell’insegnante di danza e cameriere Ramu Gupta, che accetta da una diva porno consigli per migliorare le relazioni sentimentali mentre a una festa è scambiato dall’alta società per un guru specializzato nel sesso e da lì inizia la scalata verso la sua meta, Broadway. Un racconto in cui tutti hanno almeno una doppia vita: il guru è un aspirante attore, la pornostar si fa credere maestra, il suo fidanzato in realtà ama un pompiere. Allegramente permissiva, la commedia visita generi e stereotipi, fa chiasso con gli equivoci e si permette qualche sosta nel musical fastoso con un ritmo che ricicla la favola del sogno americano, completo di super happy end romantico e unisex….

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.