Nessuna pietà per Pasolini
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • EditoriEditori Riuniti - Collana: Report

Nessuna pietà per Pasolini

Il racconto e le rivelazioni inedite di chi ha fatto riaprire l’inchiesta sull’omicido del poeta

Dell´omicidio dello scrittore, avvenuto la notte tra l´1 e il 2 novembre 1975 all´idroscalo di Ostia, si occupa il libro Nessuna pietà per Pasolini, scritto da Stefano Maccioni, D. Valter Rizzo e Simona Ruffini. Un avvocato, un giornalista e una criminologa danno vita ad un´inchiesta agile, dallo stile brioso e cinematografico, alla maniera di Carlo Lucarelli. Ricompongono indizi, ricapitolano le infinite bugie e discordanze di Pino Pelosi, reo confesso dell´omicidio, e svelano le connivenze di pezzi dello Stato.
Senza poter «fornire una verità esaustiva sulla vicenda», i tre autori riannodano i fili che hanno permesso ancora una volta di riaprire l´inchiesta sull´omicidio e aprono uno scenario che invita a concentrare l´attenzione sulla città di Catania, dove Pasolini amava rifugiarsi e dove si davano loschi intrecci tra lo squadrismo fascista, gli interessi mafiosi e i loschi affarismi politici. (G. Perriera, La Repubblica)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.