Sword in the Moon

Sword in the Moon
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Sword in the Moon

Un film accolto assai male dalla critica nonostante sia stato presentato e premiato al festival di Cannes 2004. In effetti anche noi abbiamo inizialmente faticato a seguirlo, tra continui flash back e una sceneggiatura non proprio lineare che appesantisce una storia invero assai semplice: due ragazzi che frequentano una scuola militare (samurai) stringono una forte amicizia che, nonstante si ritrovino anni dopo su fronti avversi, li porterà uniti alla stessa morte. Qualche sprazzo di poesia tra combattimenti e teste mozzate forse non basta a qualificare un’opera che rimane, a nostro giudizio, di medio livello e piena di effetti ridondanti (troppi accelerati e ralenti). La cosa più interessante del film (ma non nuova, basti pensare a Tabù di Oshima) pensiamo che sia il rilievo omoerotico che il regista sottolinea, senza ambiguità, tra i due amici protagonisti, a partire dalle sfide subacque ai tempi della scuola militare fino alla scena finale del film.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

Corea, fine ‘800. Al termine della dinastia Chosun, per assicurare la pace e la sicurezza del paese e renderlo più vivibile, viene preparato un manipolo di militari scelti. Tra questi, i due soldati migliori – Ji-hwan e Gyu-yup – sono anche amici inseparabili. Complice di un complotto politico Gyu-yup è costretto ad uccidere il suo maestro d’armi, ma anche il suo grande amico Ji-hwan. Trascorrono cinque anni, Gyu-hup è diventato un soldato freddo e crudele chiamato “Il macellaio”. Improvvisamente i responsabili del colpo di stato muoiono uno dopo l’altro in modo cruento a causa di un ninja che nessuno riesce a fermare. Gyu-yeop,- che ha assunto l’alta carica militare, deve catturare il guerriero che semina morte. Un testimone afferma di aver visto le parole “Spade nella Luna” incise sulla lama della sua spada. . .

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.