Indivisibili

Indivisibili
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

Indivisibili

Presentato alle Giornate degli Autori di Venezia 73 (il regista, che non rimpiange il concorso principale, ha detto che contano i film non le sezioni dove vengono presentati), sarà l’unico film italiano in concorso al Festival di Toronto. Il soggetto è stato scritto da Nicola Guaglianone (reduce dal successo di Jeeg Robot) che ha preso spunto da un fatto di cronaca, riambientandolo nel napoletano. Racconta di due ragazze siamesi (interpretate dalle sordienti sorelle Angela e Marianna Fontana) che vivono in Campania facendo le cantanti neomelodiche in giro per feste di paese, battesimi e matrimoni, con la famiglia che campa grazie a loro. Una famiglia organizzata intorno a loro con il padre impresario la madre parrucchiera e lo zio costumista; un gruppo che vive grazie a loro. Dichiara Guaglianone: “Sono nato a Napoli e malgrado sia ateo e razionalista, sono affascinato dalla superstizione di natura, per me il gobbo porta fortuna… le due ragazze le ho vestite di un’aura magica e di superstizione. Quando vengono a sapere che potrebbero dividersi ed avere ognuna la propria vita vanno incontro al ricatto morale della famiglia, dalla quale, in realtà, nessuno riesce a liberarsi. ‘A 18 anni potrete decidere’, dicono, poi il termine diventa ‘finché sarete in casa farete quello che diciamo noi…’ insomma quando devi scegliere arriva il ricatto morale e parlandone con Edoardo, su questo punto, ci siamo ritrovati. E poi c’è un discorso filosofico, due persone legate che non sono neanche abituate a dire io ma soltanto a dire noi, quando possono decidere di separarsi si capisce che cominciano a diversificare anche il carattere. La possibilità di scegliere rende le persone indipendenti”. Il regista Edoardo De Angelis spiega: “Questo è un film sulla separazione e sul dolore che comporta. Ho ragionato sull’idea che a volte, per crescere, bisogna farsi del male, rinunciare ad un pezzo di sé stessi. Ho cercato un’immagine che rappresentasse al meglio questo concetto e l’ho trovata: due gemelle siamesi appena maggiorenni che scoprono di potersi dividere. Due ragazze attaccate per il bacino che, guardate singolarmente, dovevano essere belle per permettermi di realizzare quell’equilibrio tra attrazione e repulsione che è la linea guida estetica di ogni inquadratura che compongo”. Nel film, molto in secondo piano, anche una coppia gay che vive molto vicino alle sorelle. Il film è stato eliminato dal decimo Queer Lion per gli scarsi riferimenti LGBT.

synopsis

Daisy and Violet are twin sisters on the verge of turning 18. They are blessed with beautiful voices and are sought after to sing at weddings, communions and baptisms. Their real draw is another trait which cloaks them in fascinating charm: they are siamese twins. They support their family with their singing like a well oiled company/entertainment machine. This idyllic situation ends when a notable English doctor sees them at a first communion in Casertavecchia. He sentences them to the possibility of a normal life when he states, “I can separate you.”

Visualizza contenuti correlati

Questo film al box office

Settimana Posizione Incassi week end Media per sala
dal 06/10/2016 al 09/10/2016 15 € 65.102 € 971
dal 29/09/2016 al 02/10/2016 10 € 157.822 € 1.151

Condividi

Commenta


trailer: Indivisibili

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.