Grasso è bello

Grasso è bello
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQ
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Grasso è bello

E’ il film che ha portato al successo commerciale il regista gay John Waters, già autore di molti irriverenti e ironici film “underground”, che usa anche qui l’arma della satira e del grottesco per esprimere una pungente critica sociopolitica. Con uno stile “camp”, attraverso caricature briose, spesso al limite della volgarità, ridicolizza lo stile di vita americano e soprattutto i suoi pregiudizi e le sue discriminazioni (in questo caso razziste) che spesso vengono amplificati dai mass media imperanti. Perla del film è Divine (indimenticabile l’acconciatura invadente), travestito grassissimo e bravissimo in una doppia parte, qui purtroppo al suo ultimo film prima della prematura scomparsa. Protagoniste del film sono due amiche per la pelle. Tanto diverse, ma con una cosa in comune: l’amore per il ballo. Una si chiama Tracy è grassa e piena di buonumore. Forte dei suoi chili di troppo, ama la vita. L’altra, la sua migliore amica, è chiusa ed introversa; anche i rapporti con i suoi non sono un granché. Quando Tracy vince un concorso indetto da una trasmissione Tv, le due ragazze organizzano una grande festa. Il tema è tutto a favore dell’integrazione razziale: che si balli contro il razzismo, alla faccia dei benpensanti…

Condividi

Commenta


Varie

A Baltimora nel 1962, Tracy Turnblad e l’amica Penny, due adolescenti, impazziscono per il programma televisivo “Corny Collins Show” animato da giovanissimi che ballano secondo la moda del momento. Tracy è una ragazza molto simpatica e comunicativa che sa cavarsela molto bene col ballo nonostante qualche chilo di troppo che non le crea alcun problema; Peggy è graziosa e snella ma un po’ timida. I genitori di Tracy, Edna e Wilbur, sono abbastanza aperti e permissivi con la ragazza: quelli di Penny invece sono nevrotici ed ansiosi e non permettono alla giovinetta di uscire a divertirsi con gli amici della sua età. Ma le due amiche riescono lo stesso a partecipare ad una puntata del “Corny Collins Show”: Tracy in una gara di ballo riesce ad aggiudicarsi il premio e a guadagnarsi un’assunzione nella trasmissione. In breve diventa la prima donna dello spettacolo, ammirata da tutti: in questo modo si attira la forte antipatia di Amber Von Tussle ex stellina del programma che inizierà decisamente ad odiarla quando Tracy conquista anche l’affetto del suo spasimante, Link Larkin, un giovanottone molto affascinante. Per Tracy arriva il grande successo: i genitori sono soddisfatti di lei, tutti la amano nonostante i suoi chili superflui. Una cosa però la affligge: in ogni manifestazione giovanile non sono mai ammesse persone di colore. Questo le dispiace per diversi motivi: l’amica Penny ha conquistato l’affetto di un bel ragazzo di colore, figlio di una donna eccezionale, Motormooth Maybelle, che le fa conoscere i più bei brani di musica moderna fra i giovani. La famiglia di Penny è esasperata e cerca di far sottoporre la ragazza a cure psichiatriche per farla guarire da questa mania “scandalosa” per la musica: tutto è inutile poiché Tracy aiuta l’amica a fuggire dalla persecuzione dei genitori e con altri amici continua a partecipare alle feste in città. Ambert cerca di ostacolarla in tutti i modi appoggiata in ciò anche dalla madre Velma e dal padre Franklin. Tracy vuole l’integrazione dei negri: lo stesso presentatore del programma Corny Collins e la sua assistente sono d’accordo con lei, ma i dirigenti della rete televisiva non ne vogliono sapere. Ma Tracy con i suoi amici in occasione di una trasmissione in diretta riesce a creare tanto di quel caos che alla fine si ritrovano bianchi e neri a festeggiare insieme: purtroppo la polizia arresta molte persone fra le quali la stessa Tracy. Della situazione ne approfitta Amber la quale riesce a farsi assegnare il titolo di Miss Autoshow ’63 che spettava di diritto a Tracy: quest’ultima viene messa in libertà per ordine del governatore che è stato costretto a ciò da un piccolo gruppo di suoi fans di colore capeggiati dall’intraprendente Motormooth Maybelle. Alla fine Tracy sarà eletta ed acclamata reginetta con molta rabbia da parte di Amber e dei suoi genitori. (Cinematografo)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.