A Kid Like Jake

A Kid Like Jake
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQQ
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

A Kid Like Jake

Il regista trans Silas Howard (che ha diretto alcuni episodi di “Transparent”) dirige un film sul tema della transessualità, con sceneggiatura di Daniel Peale basata sul suo omonimo spettacolo teatrale. Gli attori sono ottimi, compresi quelli secondari (sempre eccellente Ann Dowd qui nel ruolo della nonna). Jim Parson, attore gay dichiarato, veste i panni di Greg, padre di Jake, un bambino di 4 anni che sta passando dall’asilo alle scuole elementari. Jake è un uomo alquanto effeminato e quando si trova davanti un figlio maschio che preferisce giocare con le bambole e indossare abiti femminili, pensa che possa essere colpa sua. Ma il problema adesso, non avendo molta disponibilità economica, è quello di far accedere il figlio ad una scuola privata, senz’altro migliore di quella pubblica, tutte molto esigenti. La madre, Alex (una Claire Denis che sembra ancora nella serie Homeland) è una casalinga, di nuovo incinta, che ha abbandonato il lavoro di avvocato ma non si sente realizzata.
Agli autori sembra più interessante mostrare i problemi della relazione tra i due genitori più di quelli del bimbo Jack, che viene in pratica messo dietro le quinte con solo brevi apparizioni. Il film si concentra quindi su come i genitori affrontano il problema di un figlio transgender (almeno all’apparenza, perchè in realtà non sappiamo molto del bimbo e di come lui si senta). Fino a questo momento, Alex e Greg hanno cresciuto il figlio dandogli la massima libertà, i giochi che preferiva senza badare al genere, da bravi genitori progressisti, senza quasi accorgersi che Jack potrebbe avere problemi d’identità. Adesso l’amica Judy (Octavia Spencer), insegnate lesbica, vuole dare consigli ai genitori di Jack per fargli ottenere una borsa di studio alle elementari private, suggerendo che evidenziare nei moduli d’iscrizione la tendenza trans del figlio potrebbe agevolarli. A questo punto l’identità di genere del figlio diventa un problema. Alex guarda la collezione dei dvd e scopre che ci sono troppi film con principesse, ma pensa anche che gli atteggiamenti poco virili del padre non siano dei migliori. Il padre dovrebbe praticare più sport per apparire più virile, la madre sente il peso della prossima gravidanza, teme per la propria femminilità, e in un momento drammatico si scaglia contro la lesbica Jude dicendogli che quello che lei vede in Jake ha più a che fare con la politica che con la realtà. La coppia madre e padre entra presto in crisi, si sente responsabile, non sa cosa fare, si rinfacciano le colpe… E qui il film raggiunge i momenti migliori grazie anche alla chimica dei due bravissimi attori, mantenendosi comunque su toni leggeri ed evitando il melodramma. Peccato che la tematica trans sia affrontata solo in superficie, con pochi approfondimenti, lasciando allo spettatore molte domande senza risposta.

synopsis

A Brooklyn couple has always known that their four-year-old son is more interested in fairy tale princesses than toy cars. But when his preschool director points out that his gender-nonconforming play may be more than a phase, the couple is forced to rethink their roles as parents and spouses.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


trailer: A Kid Like Jake

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.