Six Feet Under

Six Feet Under
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (122 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Six Feet Under

In dvd anche la terza serie dopo la prima e la seconda disponibili in cofanetti da 5 dvd ognuno. Scritta da Alan Ball (lo sceneggiatore di American Beauty) e giocata abilmente su uno spiazzante senso dello humour, la serie è una rilettura noir della vita e della morte vista dalla prospettiva di una travagliata famiglia che gestisce un’impresa di pompe funebri in California. Tra i personaggi a noi interessa senz’altro il figlio gay David, l’attore Michael C. Hall, da sempre al fianco del padre nell’attività funeraria e segretamente innamorato di un poliziotto di colore. Esplicite performance erotiche e appassionati baci gay rendono il serial interessante e fuori dai normali canoni televisivi.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

12 commenti

  1. thediamondwink

    Un telefilm davvero interessante, la morte e la vita che si mescolano perennemente tramutando il subconscio nei personaggi defunti, sempre in conflitto con se stessi e con gli altri. Molto particolari i caratteri dei personaggi, quello che ho amato di più è stato quello della mamma di Brenda, mentre quello che mi ha infastidito, sicuramente quello di Federico, bigotto e venale. Devo dire, però, che nell’insieme, è un’ottimo prodotto, mi è piaciuto tantissimo, soprattutto l’ultima puntata, eccezionale, con Claire che corre lungo la strada del suo imminente successo e nel frattempo il futuro che si alterna mostrandoci la morte di ogni interprete! Molto bello!!!

  2. Veramente un’ottima ottima serie, direi stupenda. I personaggi caratterizzati ed esplorati in una profondità davvero sopra la media, rendendo perfettamente la loro crescita ed evoluzione, le riflessioni sono interessantissime, e scorrevole, accattivante e coinvolgente il dipanarsi delle vicende personali. Una sagra familiare di altissimo livello e una perla nel panorama delle serie televisive di questo genere, davvero consigliatissima. Rispondendo a just a fan io personalmente non trovo: non muore assassinato perché gay, ma perché è un agente di sicurezza, che è un lavoro pericoloso…

  3. just a fan

    Sì, è vero, anche io penso che le puntate finali di SFU siano state superlative, naturalmente mi sono commosso e ho fatto anche un salto sulla sedia per la scena in cui sparano a Keith… e mi sono chiesto anche se potevano evitare di farlo morire ammazzato, dato che tutti gli altri muoiono di morte naturale… il gay che muore di morte violenta è un cliché abbastanza usurato, direi… mi piacerebbe sapere la vostra opinione a riguardo… grazie a Hal, Andrea e Emanuela per i loro commenti… ho recuperato alcune puntate di SFU in streaming, ciao

  4. Capisco il disappunto di an angry man: disappunto che noi fan della prima ora di SFU abbiamo ormai digerito, visto che se avessimo dovuto attendere italia uno per vedere le ultime due stagioni, avremmo rischiato l’esaurimento nervoso. O almeno parlo per me. Ti consiglio vivamente di recuperare le ultime due stagioni in dvd o in altro modo che riterrai opportuno: sono entrambe ottime, ma le ultime puntate della quinta stagione sono fantastiche. Hanno il sapore denso della catastrofe che si avvicina, dell’orrore del vuoto che spalanca sotto i piedi: non a caso coincidono col giungere al capolinea del personaggio di Nate, che è sempre stato quello che meglio incarnava i tratti più cupi, ma anche più veri, del plot.
    Chi ha detto che il finale non è all’altezza di SFU, dovrebbe nascondersi: è il miglior finale di serie che sia mai stato scritto e girato. Se chiedete in giro credo che nessuno vi dirà di non aver pianto, o almeno di non esserne rimasto completamente affascinato.

  5. a fan, a little less angry

    Appunto perché in prima visione tv mi aspettavo di trovare notizie utili a riguardo su questo sito, oppure per prima visione tv intendete prima visione su sky? io per tv intendo tutta la tv, non solo quella a pagamento… ah, scusate la polemica ma cosa intendete per serie completamente lgbt? avere un solo personaggio o una sola coppia lgbt in un serial tv non è considerato allo stesso livello, che so, di Queer as folk? mi sembra una scelta alquanto discutibile… saluti, ah naturalmente continuo ad avere il massimo rispetto per questo sito e per chi ci lavora…

  6. webmaster

    x an angry man: nella pagina tv, per quanto riguarda le serie, inseriamo solo le prime visioni e non le repliche, con l’eccezione delle serie completamente lgbt. Comunque non siamo perfetti, anzi… Ma con l’aiuto dei visitatori possiamo sempre fare meglio: non esitate a scriverci per qualsiasi cosa!

  7. Andrea

    L’ultima puntata di Six Feet Under è stata mandata in onda proprio ieri notte su Italia Uno, e francamente mi ha deluso, ritengo che questa serie sia andata mano mano perdendo di appeal a causa di alcune discutibili scelte di sceneggiatura. Comunque, per chi l’avesse persa come “an hungry fan”, tutte e cinque le serie complete in lingua italiana di Six Feet Under sono reperibili interamente in streaming su internet, basta fare una ricerca con Google.

  8. emanuela

    x and angry fan :può capitare che ad un sito bello e fatto bene come questo sfugga qualche cosa… e allora ci siamo noi, tu…io… e tutti gli altri appassionati utenti ad aiutarlo ad aggiornarsi. Non è più divertente così? Comunque hai ragione… six feet under è fatto bene, piuttosto tosto, coraggioso ma fatto veramente da Dio!!!!!!

  9. an angry fan

    Sono rimasto molto male nello scoprire che hanno trasmesso in chiaro su Italia1 le ultime puntate dell’ultima serie di Six Feet Under e che voi non ne abbiate fatto alcun cenno sul vostro sito, peccato pensavo foste perfetti e invece mi sbagliavo.

  10. C’è qualcosa di geniale, ispirato, ben costruito in Six Feet Under. Un mondo terribilmente umano nell’apparirci terribilmente assurdo. Una delle serie più belle di sempre.

  11. Jim Puff

    Notevole questa serie tv!
    Da vedere e assaporare: da questa umanità sofferente molti msg di tolleranza! Storie credibili, intriganti e coinvolgenti.
    Senza parole ci lascia Mathew St. Patrick – il poliziotto: vorremmo averlo qui nel letto!!!!
    Nella 2a serie fa un apparizione divertente un altro “bono” Ricardo Antonio Chavira, il marito di Eva Longoria di casalinghe disperate.

Commenta


Varie

Lo sceneggiato è ambientato a Los Angeles, dove il patriarca Nathaniel Fisher muore in un incidente d’auto alla vigilia di Natale, proiettando un ombra nefasta sul ritorno del Figlio Nate. Oltre a dover accettare la morte del padre, Nate si trova anche a dover affrontare la madre Ruth che all’insaputa di tutti ha avuto una relazione extraconiugale. Ci sono poi il fratello David, segretamente fidanzato con un poliziotto di colore, che si occupa dell’impresa di famiglia, e la sorella Claire, una teen ager ribelle che apprende della morte del padre mentre ha appena ingerito uno stupefacente con il suo nuovo ragazzo.
PRIMA SERIE

Episodio 1: Fischer & Figli
E’ la vigilia di Natale, Nathaniel Fisher, il titolare dell’impresa di pompe funebri Fisher & Figli, muore in uno scontro tra il suo nuovissimo carro funebre e un autobus
Episodio 2: il testamento
Nate non ha nessun interesse nell’attività di famiglia, mentre Dave vi ha dedicato la vita. Il testamento del padre, con totale disappunto da parte di Dave, la divide tra i due in parti uguali.
Episodio 3: a piede libero
Nate sembra riuscire nel suo tentativo di convincere la famiglia a vendere l’attività alla Kroehner Service Corp.
Episodio 4: consulente dall’altro mondo
Paco, membro di una banda di strada, viene assassinato. I Fisher, insieme a Rico, si ritrovano nel bel mezzo del dissidio tra la famiglia del defunto e il capo della banda.
Episodio 5: funerale a luci rosse
La morte improvvisa di una porno star porta una nuova opporutnità di lavoro per i Fisher e anche una serie di sfide: prima tra tutte la ricostruzione di un seno rifatto.
Episodio 6: nel nome del padre
David si butta anima e corpo nel suo nuovo ruolo di diacono della chiesa, lavora come volontario alla mensa per i poveri ed evita le avances di una vorace donna divorziata.
Episodio 7: Caino e Abele
Muore un soldato affetto dalla Sindrome del Golfo. Il fratello del defunto vuole una cerimonia civile, ma Nate si ritrova ad appoggiare il funerale militare.
Episodio 8: destini incrociati
Gli affari alla Fisher & Figli stanno attraversando un periodo molto fiacco, e Rico ne approfitta per arrotondare il salario prestando la sua opera alla Kroehner.
Episodio 9: la vita è troppo breve
Il fratellino di 6 anni di Gabriel si ferisce con una pistola e muore. Claire si riavvicina al suo ex.
Episodio 10: senza fede
I Fisher rimpiazzano Rico con Amanda, una professionista con i fiocchi e senza peli sulla lingua.
Episodio 11: il viaggio
David prende una pausa (non molto lunga) da una serie di rapporti occasionali, per partecipare a una conferenza del settore a Las Vegas.
Episodio 12: una questione privata
L’omicidio di natura omofobica di un ragazzo gay costringe David ad esaminare il proprio stile di vita e i rapporti con la famiglia.
Episodio 13: la zia Lilian
Alla morte di sua zia Lilian, Tracy, la più accanita fan di David, si rivolge ai Fisher per il funerale.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.