Quo Vadis, Baby?

Quo Vadis, Baby?
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (7 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Quo Vadis, Baby?

Serie tv prodotta da Sky Cinema. Il titolo è lo stesso del film di Salvatores (riprende una battuta di Brando in Ultimo tango a Parigi), che qui figura come curatore mentre la regia è di Guido Chiesa (il regista di Radio Alice e di Lavorare con lentezza ). La serie è composta da sei episodi, praticamente da sei film, in quanto ogni episodio ha la durata di un’ora e mezza e contiene una o due storie (“verticali”) che partono e si concludono nel corso della puntata. In tutti gli episodi abbiamo anche lo svolgimento di una storia “orizzontale”, attinente la vita della protagonista, a cui verrà dedicato, quasi per intero, l’ultimo episodio. La serie si mantiene costantemente su un buon livello qualitativo (assai raro nella fiction italiana), con dei personaggi scolpiti a tutto tondo, temi e linguaggi presi dalla vita di tutti i giorni, nessuna censura o pruderia nell’affrontare temi difficili come la prostituzione o la corruzione nell’esercito e nella polizia… segue sulla scheda

Visualizza contenuti correlati

Condividi

4 commenti

  1. Napoletano

    <veramente ben fatti, l’episodio ti attanaglia e vuoi sapere assolutamente come va a finire. I personaggi si caratterizzano sempre di più ogni puntata e concordo su lucio spasimo alias alessandro tiberi, bravo e molto sexy come tanghero

Commenta


trailer: Quo Vadis, Baby?

https://youtube.com/watch?v=tKguSVcQ6D8%26color1%3D0x5d1719%26color2%3D0xcd311b%26hl%3Den

Varie

segue da sopra:

Il merito principale di questo risultato pensiamo sia da attribuire in parti eguali agli ottimi sceneggiatori (Fabio Scamoni, Marco Videtta e altri) che hanno definito una serie di protagonisti un po’ borderline, consapevoli dei propri limiti e delle proprie mancanze, ma decisi ad andare sempre fino in fondo, senza arrendersi a nulla; agli ottimi protagonisti che sono riusciti ad aggiungere quel tocco di ironia e di leggerezza, di sogno e di concretezza che ce li fa amare come persone reali, della vita di tutti i giorni; e infine ad una regia che sembra avere appreso il meglio delle fiction americane, riuscendo ad annullare quel gap che ha, fino ad oggi teneva lontano, nel nostro paese, il cinema dalla tv. Significativo che tra i personaggi principali dell’a serie, presente in tutte le puntate, troviamo anche un omosessuale dichiarato, Lucio Spasimo (Alessandro Tiberi), che vive felicemente col suo compagno e che non ha paura di mostrarsi come gay anche quando non sarebbe obbligato a farlo. E’ l’assistente della protagonista Giorgia Cantini (Angela Baraldi), una detective che conduce un piccolo studio di investigazione privata nella città di Bologna. Il sito ufficiale della serie ce lo descrive in questi termini: Lucio, l’assistente omosessuale di Giorgia, è un ragazzo più giovane di lei, che la costringe con leggerezza a tenere i piedi per terra, che le fa notare ciò che a volte Giorgia si rifiuta di vedere. Lucio è il suo principio di realtà. Esperto di computer, abile ricercatore. Lo spiccato senso estetico di Lucio ha trasformato l’agenzia, situata in un vecchio palazzo del centro di Bologna, in un luogo accogliente e ordinato, in cui potersi concentrare e ospitare i clienti. Lucio ama l’hi-tech e i colori vivaci. E’ lui che pensa a tenere ordinato l’archivio, è lui che è riuscito a tenere separati gli spazi, è lui che ha scelto persino gli apparecchi telefonici. Giorgia tende continuamente ad incasinare l’ordine e l’estetica delle scrivanie e questo suscita tra i due divertenti battibecchi. La sua dote migliore è la discrezione con cui riesce ad assecondare gli umori altalenanti di Giorgia e talvolta a modificarli in positivo. E’ lui che manda avanti l’ordinaria amministrazione e vive il lavoro con divertimento ed entusiasmo. E’ geloso solo dello speciale legame tra Giorgia e Johnny da cui si sente ingiustamente escluso. Lucio è una persona che non si può non amare : la sua ingenuità e la sua purezza lo portano a cacciarsi in situazioni molte volte incredibilmente comiche. Lucio porta solarità e leggerezza al mondo noir di Giorgia.

———————————-

VEDI RIASSUNTO LGBT DETTAGLIATO

———————————

SINOSSI DEGLI EPISODI

Episodio 1 Fattore umano
Giorgia viene ingaggiata da una donna singolare e affascinante che le chiede di rintracciarle un amore perduto, sullo sfondo un intricata vicenda legata ai misteri che avvolgono la tragedia di un disastro aereo e l’ingordigia di industriali che non si fermano davanti a niente.

Episodio 2 La ragazza dei rospi
Al centro dell’indagine c’è Franca, un’eccentrica dropout, ormai cinquantenne ma ancora affascinante, con un cuore tanto generoso quanto le sue maniere, che per anni ha fatto da “nave scuola” per i ragazzi del muretto.
Dalla sua uccisione partono le indagini di Giorgia che scoprirà un misterioso intreccio familiare ambientato nel milieu della violenta periferia urbana, intreccio che Giorgia dipana sino all’amara sorpresa finale .

Episodio 3 L’onore delle armi
Angela Baraldi indaga nel losco e omofobo mondo dell’esercito. Dietro la morte di un soldato omosessuale, di ritorno dall’Afghanistan, si cela uno sporco traffico di armi.
Giorgia viene ingaggiata da un generale dell’esercito che le chiede di spiare sua moglie, una bella donna che probabilmente lo tradisce, e quindi di investigare anche sulla figlia che pare avere problemi di droga. Giorgia diventa amica della ragazza da cui si sente attirata per affinità di carattere e per aneliti di libertà. Le storie private di passioni e di amori si intrecciano a storie più ampie di corruzione e di violenza in cui sono coinvolti alcuni alti rappresentanti dell’esercito.

Episodio 4 La ballata di Johnny Riva
Johnny Riva viene accusato di stupro. Johnny è il grande amico e confidente di Giorgia, ed è proprietario del locale notturno dove lei alla fine di ogni episodio si esibisce cantando pezzi che raccontano le sue forti emozioni. Giorgia all’inizio convinta della colpevolezza di Johnny perché crede di essere stata testimone del fatto, si sente amareggiata e tradita. Ma la sua curiosità investigatrice e il prevalere della sua personalità di detective la porta a riaprire un caso che sembra semplice e già chiuso. Scoprirà invece un’intricata storia di corruzione e di speculazione edilizia manovrata da una girandola di personaggi potenti che sembrano avere in mano le istituzioni cittadine.

Episodio 5 Sotto ricatto
Partendo dalle indagini sulla scomparsa di un’impiegata in un call center, Angela Baraldi alza il sipario su uno scenario di intrighi e sporchi ricatti.
Giorgia assume l’incarico di rintracciare una trentenne scomparsa che lavorava in un call center. Le sue indagini all’interno del call center mettono a nudo le aspirazioni e le delusioni dei colleghi della scomparsa che le serviranno per individuare una traccia. Giorgia si addentra quindi in un mondo a luci rosse dove bellissime escort girls intrattengono nelle prestigiose ville della collina bolognese i loro facoltosi clienti. Ancora una volta la sua indagine getta luce su una realtà sociale che si rivela opprimente dietro gli sfavillii di certa facile opulenza.

Episodio 6 Requiem per Sara
Giorgia, forse per ingelosire Bruni, si fa travolgere dalla passione per un giovane francese che lavora per una ONG. Giorgia si avvicina alla soluzione del mistero della morte della sorella, e in un crescendo di situazioni che si capovolgono senza respiro, incontra il dr. Morte, un personaggio famoso, temuto e odiato nel continente africano. Un incontro quasi letale ma necessario per scoprire la verità…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.