Queer As Folk - UK

Queer As Folk - UK
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGGG
  • Media voti utenti
    • (362 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Queer As Folk - UK

Una serie televisiva veramente rivoluzionaria, sia nella forma che nei contenuti. Per la prima volta vengono presentati e approfonditi l’ambiete gay, le persone gay, le situazioni gay, i sentimenti gay, la sessualità gay, ecc. con uno spirito di verità e realismo, senza pruderie o annacquamenti o nascodimenti. Una realtà poco conosciuta o misconosciuta o più spesso conosciuta male, che finalmente si può vedere senza paraocchi o deformazioni. Certo, non è tutta la realtà glbt, le situazioni e i personaggi possono sembrare estremi, ma a noi sono sembrati veri e sinceri, anche se sono solo una parte, quella finora tenuta più nascosta, quella che genera le reazioni più accese, e che costringe ad accettarla o rifiutarla. Se vogliamo parlare di gay, dobbiamo parlare anche di questo, anche di queste situazioni, di queste esigenze, di queste sofferenze, di queste gioie , di questa sessualità, di queste aspettative, ecc. I nostri stili di vita sono diversi e svariati, non possiamo giudicare cosa è meglio o cosa è peggio, dobbiamo dare a tutti una cittadinanza. Questa è la libertà, questa è la vita!

Visualizza contenuti correlati

Condividi

15 commenti

  1. De La Croix

    Dopo anni mi sono deciso a vederlo. Totalmente diverso dalla versione USA sia per lo sviluppo della storia che per quello dei personaggi che, per forza di cose, in questo show di soli 10 episodi risulta ridotto.
    Decisamente più morbido rispetto alla versione 2.0 (qui non ci sono tracce di HIV o di AIDS e i personaggi sono generalmente meno “bitchy”) ha comunque quel sapore della campagna britannica che non sono riusciti a ricreare nel piccolo sobborgo americano.
    Lodevole la capacità di rendere i personaggi così genuini da riuscire a far affezionare il pubblico dopo pochi episodi. Decisamente da vedere, anche se io resto dell’idea che quello USA sia più godibile perché meno infiocchettato.
    La versione UK è imperdibile per gli amanti delle Spice Girls: i loro pezzi vanno per la maggiore! 🙂

  2. Bellissimo, stupendo. Il mio tf preferito. Meglio della versione americano. Stu/Nathan/Vince sono stupendi. E Stu in particolare mi piace da matti! ^__^
    Quoto tutto quello che ha scritto “bacio” … Eh si…

  3. ho visto tt la serie americana e inglese…le ho adorate e riviste tt le volte ke le hanno date…voto 8.la realtà è diversa ma se accendo la tv è per sognare un pò e distrarmi.

  4. FreakQuency

    A parte lo squallore e la piattezza del modo e del mondo in cui si muovono i personaggi. A parte l’incapacità manifesta degli ‘attori’ (sentirlo in lingua originale per credere). A parte il vizio di riempire le lacune della trama con un nudo o una scena di sesso. Veramente pessimo.

  5. Francesco

    bellissimo, solo questo si può dire di questa fantastica serie: fatta bene in tutti i sensi, soprattutto REALISTICA!! E’ la serie da cui è nata quella americana, sono belle entrambe ma diverse, da vedere entrambe, e se ci sono dei luoghi comuni è perchè corrispondono alla realtà! su emule trovate tutte le puntate, in tutto 10, di cui 8 bdella prima serie e 2 della seconda serie… CONSIGLIATISSIMO!

  6. bellissimo telefilm sulla scia di sex and city e desperete housewifes…quuer as folk(la versione uk è + bella rispetto quella usa)cm anche di l world vogliono osare e lo fanno davvero bene.Stuart è un gran bel figo…sexyssimoooooooooooo

  7. dark angel

    a me è piaciuto molto anche se forse è 1pò troppo esagerato…nn riesco a capire xke Stuart se la tiri così tanto e nn dia 1pò di soddisfazione a Vince,tanto se li fa tutti…

  8. Hidden

    Un telefilm che vuole osare e che così finisce per perdere di vista i suoi obiettivi. Il regista cerca di descrivere apertamente tramite le esperienze dei protagonisti la vita della società omosessuale in Gran Bretagna. Ma tale intento non viene del tutto adempiuto, poichè ben presto viene delineato un nucleo sociale alquanto “ghettizzato”, fatto solo di locali notturni ed esperienze da una notte e via. E questa visione della realtà, seppure in parte vera, tende a riversare ancora più fango verso la popolazione omosessuale, sicuramente allontanandosi da ciò che il telefilm voleva davvero esprimere. Voto:6

Commenta


Varie

Non c’è un solo momento di noia nelle vite di tre giovani che gravitano attorno alla vasta comunità gay di Manchester. A Stuart Jones (AIDAN GILLEN) non manca nulla: è ricco, incredibilmente bello e sa essere sempre al centro dell’attenzione. Persino la sua inevitabile arroganza viene sempre perdonata.
Il suo compagno di scorribande preferito, Vince Tyler (CRAIG KELLY) è d’altro canto un tipo divertente e adorabile, nonché molto carino, ma a differenza del suo amico non ha alcuna fiducia in se stesso. Fin da bambini, Vince è stato al fianco di Stuart, condividendo notti folli, risate e pianti.
Poi arriva Nathan Maloney (CHARLIE HUNNAM): giovane, ribelle e assetato di nuove esperienze. Nathan si fa strada a forza nel mondo di Stuart e Vince e, da quel momento, niente sarà più come prima. (Cleptomania.it)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.