Quantico

Quantico
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Quantico

Se vi sono piaciute serie come “Scandal” o “Le regole del delitto perfetto”, non potete perdere “QUANTICO”, super reclamizzata serie targata ABC e in onda su Sky Fox dal 18 novembre 2015. Lo stile è molto simile a quello inaugurato dalla sceneggiatrice Shonda Rhimes con le serie suddette: colpi di scena continui (qui accentuati da protagonisti che nascondono segreti e possono cambiare identità con estrema facilità), diversi personaggi (tutti ganzi) ognuno con le proprie storie, intrallazzi tra i medesimi (un po’ nello stile di Grey’s Anatomy), multi-culturalità, multi-sessualità, insomma tutto quello che serve a catturare un ampio spettro di pubblico. La serie è creata da Joshua Safran (Gossip Girl e Smash) e conta tra i produttori esecutivi Mark Gordon, uno dei principali produttori di “Gey’s Anatomy”. Negli USA la serie, trasmessa dal canale ABC, ha ottenuto il maggior numero di spettatori (7,1 milioni) dopo il finale di Desperate Housewives del 2012.
La trama racconta le vicende di un un gruppo di reclute dell’FBI durante il corso di addestramento di 21 settimane presso la FBI Training Academy situata a Quantico in Vrginia (dove sono ambientate anche le serie Criminal Minds e CSI: Cyber), un corso che li farà diventare agenti speciali del più importante ente investigativo americano. Le reclute sono tutte figure interessanti, alcune provengono da famiglie di appartenenti all’FBI, altri sono stati vittime del terrorismo. Ma solo la metà di esse potrà superare il corso, per gli esclusi non ci sarà nessuna possibilità di recupero. Devono esercitarsi in vari campi, tiro al bersaglio, gare di resistenza fisica, ma anche imparare l’arte dell’indagine, come nel primo esercizio che gli viene affidato, quello di scoprire i segreti che ognuno di loro nasconde. In questo esercizio alcuni si spingono troppo oltre e una delle reclute arriva alla tragedia, cosa che si riflette negativamente sull’istruttore Liam e sul direttore di Quantico, Miranda Shaw (Aunjanue Ellis). Ma c’è ancora qualcosa di più grave: una recluta è sospettata del più grande attacco a New York City dopo l’11 settembre, storia che seguiamo man mano in flashback del futuro…
Anche qui, come nelle sopra menzionate serie, abbiamo tra i protagonisti un accattivante personaggio gay, questa volta tutto dalla parte dei buoni, interpretato dal bel Rick Cosnett (The Flash, The Vampire Diaries) nel ruolo di Elias Harper, un giovane apertamente gay, disinvolto e divertente, che in passato ha lavorato come avvocato ed è quindi abile ad utilizzare la sua retorica. La sua bravura, ma anche il suo buon cuore, convincono Miranda a selezionarlo per lavorare come analista. Abbiamo poi Simon Asher (Tate Ellington, “Aquarius”), il primo agente gay dichiarato nella storia dell’FBI, di cui Elias è infervorato: un personaggio ambiguo, dice di essere gay, si vede anche il suo ‘fidanzato’ Max, ma scopriremo che le cose stanno diversamente. Oppure no? Il pubblico gay americano si è molto infuriato su questa storia e molti sperano che almeno si tratti di bisessualità. [spoiler] Simon, rifiutando le proposte di Elias, rivela infatti di essere stato, contrariamente a quanto aveva affermato in precedenza, un membro delle forze armate d’Israele e che quell’esperienza, a Gaza, l’ha talmente terrorizzato da portarlo a cambiare identità, inventandosi una nuova personalità, per l’appunto gay. Ma anche questa non sarà tutta la verità… Gli autori in merito hanno dichiarato di essere stati volutamente ambigui su questo personaggio perchè “ci piace mostrare qualcuno che vada oltre le etichette o la classificazione per la sua sessualità. In ogni caso tra Simon ed Elias ci sarà come un gioco tra gatto e topo, con sorprese per entrambi”.
Una serie che cattura il pubblico, da quello casalingo a quello più smaliziato, che però resta nel solco della soap opera avvincente, forte dei belli e bravi protagonisti, dei tanti misteri che si succedono, tra spionaggio e lotta al terrorismo, ma soprattutto tra intrighi sentimentali e passioni travolgenti. Protagonista principale (anche se la serie è molto corale) è Pryanka Chopra, miss Mondo 2000, cantante e star di Bollywood. In due episodi troviamo anche l’attore Jacob Artist (nel ruolo della matricola Brandon Fletcher), apprezzatissimo dal pubblico gay per il suo personaggio dell’ex quarterback del Liceo William McKinley nella serie Glee.

Ruoli LGBT

Simon Asher - Tate Ellington

ruolo: Simon Asher
inteprete: Tate Ellington

Simon Asher sarebbe il primo agente gay dichiarato nella storia dell’FBI, lo vediamo anche baciarsi col suo fidanzato, ma le sorprese non mancheranno…

Elias Harper - Rick Cosnett

ruolo: Elias Harper
inteprete: Rick Cosnett

Analista gay dichiarato assunto da Miranda per le ottime qualità. Purtroppo s’innamora di un falso gay

Harry Doyle - Russell Tovey

ruolo: Harry Doyle
inteprete: Russell Tovey

Entra nella serie dalla seconda stagione. Interpretato dall’attore dichiarato Russell Tovey, già amatissimo per il suo ruolo in “Looking”, ci regala un ruolo tanto sexy quanto misterioso, come d’abitudine in questa serie.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

The series features Aunjanue Ellis as the Director of Quantico Miranda Shaw, and Josh Hopkins as her subordinate, FBI Special Agent Liam O’Connor, all with specific reasons for joining as flashbacks will detail their previous lives, battling their way through training at the Quantico base in Virginia.
FBI agent Alex Parrish (Priyanka Chopra) has been framed for what is considered to be the biggest terrorist attack on American soil since 9/11. Parrish is however aware that the bomber is someone from her time at Quantico(FBI’s training facility). With FBI after her, the story revolves around her hunt for the terrorist with flashbacks of her time in Quantico.
A look at the lives of young FBI recruits training at the Quantico base in Virginia when one of them is suspected of being a sleeper terrorist. (IMDB)

EPISODI PRIMA STAGIONE:

1 – Run Corri – 18 novembre 2015
2 – America America – 18 novembre 2015
3 – Cover – 25 novembre 2015
4 – Kill – 2 dicembre 2015
5 – Found – 25 ottobre 2015
6 – God – 1º novembre 2015
7 – Go – 8 novembre 2015
8 – Over – 15 novembre 2015
9 – – Guilty – 29 novembre 2015
10 Quantico – 6 dicembre 2015
11 – Inside – 13 dicembre 2015
12 –
13 –

CRITICA:

So here we are again with a broadcast network releasing only one episode for review, a practice that — given the poor ratings from the vast majority of shows released so far — is not working particularly well. It’s not, in fact, a practice that can continue much longer, and the sooner the networks understand that, the better off they will be.
Of course, what keeps them complacent is the (increasingly rare) pilot that actually does look intriguing and prompts people to turn out — as they will tonight for Quantico, and as they did for NBC’s Blindspot. Maybe getting eyeballs for one or two of your fall shows is enough to not fix the formula.
In any case, you should definitely give Quantico a look if you’re interested in a little mindless eye candy that has enough hooks of a larger mystery to possibly keep you entertained week to week. And by all means, if you’re a fan already of ABC series like How To Get Away With Murder (which Quantico borrows from heavily) and Scandal, you’ll be right at home with Quantico, which, in the future, will likely have plenty of Grey’s Anatomy sexy-time moments as well.
You may have already heard that Quantico looks and feels like a Shonda Rhimes series — and that’s because it does. The series was created by Joshua Safran (Smash, Gossip Girl), who no doubt — and possibly with the help of ABC itself — is clearly versed in Shondaland habits.
Quantico is fronted by Bollywood superstar and former Miss World Priyanka Chopra, who will now attempt to conquer the last bastion of said world right here on American television. She plays FBI recruit Alex, who, we find out in the opening seconds, just survived a terrorist attack on the Grand Central terminal mere months after becoming an agent. (The central mystery of the series, like Murder, is told in flashbacks after we witness the event.) And it only takes a few minutes — or one of the many previews you probably saw — to suss out that the FBI now considers Alex the prime suspect.
Well, duh, she’s been framed! (The show would be a declarative sentence if she were the one who actually did it …)
And Quantico, in one of the worst-filmed and most implausible slow-speed chases you’ll ever see, gets her freed so that she can defend herself. Yeah, that’s exactly why a second episode would have been nice — will Quantico solve dicey problems with unrealistic escapes every week? That wouldn’t be very fun.
That said, prior to the ludicrous escape, the pilot had done an admirable job keeping up the pacing, the interest and certainly the excitement level. That alone should get you to watch the second episode.
And Safran and company have a nice little conceit in the pilot where we meet a bunch of the FBI recruits on their way to their first day, then follow them in the early stages as they meet each other and build some background stories along the way. Cleverly, Quantico achieves this by having each recruit find out a piece of information redacted from the files of a co-recruit. Fail to find out the secret (which the FBI already knows — this is a training exercise, not free intern labor) and you’re out.
That the recruits are pretty much who you think they’d be — the pretty boy whose parents are agents but he’s the dumb one in the family; the girl whose parents died on Sept. 11; the gay guy; the Muslim woman; the Marine, etc. — is typical central casting for not just ABC but all of network television.
That’s fine. There’s even one completely audacious Scandal-style bit of twisty storytelling that, despite the groan you’ll let out, makes you want to see how they resolve it. And that’s really the bottom line to Quantico — it’s not breaking any new ground here and it’s certainly not going to remind you of Homeland (at least not in that show’s better moments) or other gritty, spy-terrorist-agent type shows. It’s a Shonda show with guns, even though it’s not a Shonda show. There are plausibility issues galore here, but if that’s your hang-up, you shouldn’t be watching network television anyway.
Certainly more episodes would be more helpful in evaluating where Quantico is going, but at least the first hour does its most basic job — setting the hook — well enough to give it the benefit of the doubt. (Tim Goodman, Hollywoodreporter.com)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.