FlashForward

FlashForward
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (9 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

FlashForward

La serie viene reclamizzata come l’erede di “Lost”, con probabile riferimento ai salti temporali presenti in entrambe, anche se noi, dopo aver visto i primi episodi, la giudichiamo senz’altro migliore, soprattutto per la ricchezza di personaggi e situazioni che rimangono sempre (almeno finora) ben inseriti in un mondo reale e credibile. Naturalmente con un piccolo sforzo iniziale per accettare l’incredibile assunto di un black out mondiale della durata di 2 minuti e 17 secondi dove ognuno ha potuto avere una visione del suo futuro esattamente sei mesi dopo. Questo fatto cambia le vite dei protagonisti che spesso devono fare i conti con eventi del tutto inattesi (probabili morti, malattie, cambi di partner, ecc. ecc.). Il gioco è: se vi accadesse di conoscere parte del vostro futuro, come reagireste? Questo curioso spunto dà la possibilità agli sceneggiatori di creare un ampio ventaglio di varia umanità alle prese coi più svariati problemi. Tra questi abbiamo anche quelli dell’agente speciale Janis Hawk (Christine Woods), una delle protagoniste principali della serie, che fa parte della squadra dell’agente speciale FBI Mark Benford (Joseph Fiennes), ex alcoolista, che guida le investigazioni per scoprire le cause del sorprendente black out. Janis, che è al momento una donna gay single, si è vista tra sei mesi gravida di un figlio che non riesce ad immaginare come possa essere successo. Nella prima stagione (5° episodio) Janis avrà una storia lesbo con Maya (Navi Rawat), una ragazza lesbica che nel futuro si è vista con una fede al dito. Quando si confidano le rispettive visioni non possono che rimanere sbalordite… La serie è basata sul romanzo di Robert J. Sawyer del 1999 “Avanti nel tempo” ed è sceneggiata e prodotta da David Goyer (”The Dark Knight”) e Brannon Braga (24, Star Trek: Enterprise).

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


trailer: FlashForward

https://youtube.com/watch?v=RApH2lcxvZc%26color1%3D0x6699%26color2%3D0x54abd6%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

La serie viene trasmessa dal canale satellitare Fox (Sky) il lunedì sera alle 21:10 dal 18 ottobre 2009.

Episodi stagione 1:

1 “No More Good Days” regia di David S. Goyer
2 “White to Play” regia di David S. Goyer
3 “137 Sekunden” regia di Michael Rymer
4 “Black Swan” regia di Michael Rymer
5 “Gimme Some Truth” regia di Bobby Roth
6 “Scary Monsters and Super Creeps” regia di Bobby Roth
7 “The Gift” regia di Nick Gomez
8 “Playing Cards with Coyote” regia di Nick Gomez
9 “Believe”
10 “A561984”
11 “Buddha in the Ruins”

————————
Questa sera su Fox, a distanza di sole due settimane dal debutto americano, arriva anche in Italia Flash Forward, la serie sci-fi della ABC definita da molti l’erede di Lost.
La serie, basata sull’omonimo libro di Robert J. Sawyer (in Italia intitolato Avanti nel tempo), narra di un blackout di due minuti e diciassette secondi, che coinvolge l’intera razza umana, nei quali tutti vedono, in maniera confusa, il loro futuro da lì a sei mesi.

L’FBI decide di indagare sulla perdita di conoscenza collettiva, che ha causato disastri in tutto il mondo (aerei caduti, incidenti automobilistici a catena, pazienti in sala operatoria deceduti), affidando il caso a Mark Benford (Joseph Fiennes) un agente che si ricorda di aver visto nel suo futuro che stava investigando sugli episodi avvenuti sei mesi prima. La nuova sezione, formata anche da Demitri Noh (John Cho), che non ha assolutamente visto nulla (cosa vorrà dire?) e Janis Hawk (Christine Woods), deve mettere insieme più visioni possibili, collegando persone attualmente estranee e lontane tra loro, che hanno visto le loro vite intrecciarsi, per capire cosa accadrà da lì a sei mesi e per scoprire perché ci sia stato un blackout (che si scopre non aver colpito proprio tutti).

La conoscenza del futuro condizionerà non soltanto la vita della collettività, ma anche i rapporti interpersonali e intimi (la gente sente di avere il destino già segnato e in molti casi, non solo non si oppone, ma cerca anche di farlo andare in quella direzione), come accade ad Olivia Benford (Sonya Walger), moglie di Mark e madre di un bambino, Aaron Stark (Brian F. O’Byrne) amico di Mark, Nicole Kirby (Peyton List), la babysitter dei Benford, e Bryce Varley (Zachary Knighton). Di contro c’è qualcuno, come Simon (Dominic Monaghan), che si diverte a fare il doppiogiochista. (Cinetv.com)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.