Troy

Troy
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (16 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Troy

Tanta attesa per questo film e tanta delusione, almeno per noi, che ci aspettavamo una piccola storia d’amore tra Achille e Patroclo, che invece qui son solo . . . cugini, ma . . . affiatatissimi, tanto che quando Patroclo muore Achille, per vendicarlo, pianta tutto, donne comprese, e distruggerà il mondo (infatti, Omero e il regista concordono sul fatto che è proprio l’amore che muove il mondo!). Per il resto godetevi i paesaggi, le battaglie, i fustacchioni poi andate a ripassarvi l’Iliade per consolarvi delle mancanze. . .

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

Commenta


Varie

Nell’antica Grecia nasce la passione dei più leggendari amanti nella storia: Paride, principe di Troia, (Orlando Bloom) ed Elena (Diane Kruger), regina di Sparta. Il loro amore scatena una guerra destinata a devastare un’intera civiltà. Paride rapisce Elena portandola via a suo marito, il re Menelao (Brendan Gleeson) e questa è un’offesa che non può essere perdonata. L’orgoglio famigliare, infatti, impone che un affronto subito da Menelao sia equivalente a un affronto fatto a suo fratello Agamennone (Brian Cox), il potente re di Micene, che riunirà tutti i popoli della Antica Grecia per riprendersi Elena, in nome dell’onore di suo fratello. In realtà, dietro alla riconquista dell’onore perduto di Agamennone si celano bramosia e avidità. Il controllo di Troia, infatti, gli è indispensabile per rafforzare la stabilità del suo già vasto impero. La città, fortificata sotto la guida del re Priamo (Peter O’Toole), e difesa dal potente principe Ettore (Eric Bana), è una cittadella che nessun esercito è mai stato in grado di insidiare. Un uomo solo rappresenta le possibilità di vittoria o sconfitta per Troia: Achille (Brad Pitt), riconosciuto da tutti come il miglior guerriero vivente.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.