This Filthy World

This Filthy World
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQQ
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica

Cast

This Filthy World

William S. Burroughs definì una volta il regista gay John Waters “Il papa del trash”. In questo film l’alto prelato del cattivo gusto ci concede un’udienza privata. Qualsiasi cosa voi desiderereste conoscere sul regista di Hairspray e Polyester ma non avreste mai osato chiedere trova tutte le risposte in questo meraviglioso e altamente professionale intrattenimento, condotto unicamente da Waters in un esilarante “one man show”. Quando iniziò a fare i suoi primi film negli anni ’60, girò con questi (Mondo Trasho e Multiple Maniacs) per tutto il paese presentandoli come parte di uno spettacolo che è ancora leggendario oggi, dove la scena più eclatante era l’apparizione della superstar Divine. Waters e Divine apparvero insieme al cinema, negli eventi pop rock, nei circoli di cabaret, nei college e perfino alla Oxford University. Ma questo film non è solo una semplice retrospettiva di quegli anni d’oro. Waters non ci regala solo una serie di deliziosi aneddoti del suo passato. Egli ci fa entrare nella sua mente, ci fa scoprire il suo modo di ragionare. Il risultato è un intenso ritratto delle sue ossessioni e dei suoi veri peccati, dei suoi film e degli eccessi più ridicoli dell’arte contemporanea. Uno dei temi che Waters ama di più mettere alla berlina è proprio il cinema indipendente, di cui lui è il padre fondatore. Diventa particolarmente scettico quando parla dei registi contemporanei, anche se è prodigo di consigli nei loro confronti: “Tutti i giovani hanno bisogno di riferirsi a qualcosa di cattivo se vogliono migliorare, e io spero di servire a ciò questa notte. Una specie di vecchia immondizia, se volete.”

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.