Son frère

Son frère
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (253 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Son frère

A Thomas è stata diagnosticata una malattia del sangue. Si tratta di un morbo inguaribile che da un momento all’altro può condurre alla morte. Thomas non è solo. Medici e genitori non lo abbandonano. Ma l’unico in grado di essergli accanto nel calvario che poco a poco gli ruba la vita è Luc, il fratello minore. Accettando di occuparsi di colui che è sempre stato il più forte dei due, Luc si ricongiunge a Thomas, dopo anni di lontananza. Film di pura poesia; sguardi, corpi, oggetti, paesaggi, parlano all’anima. La vita è una lotta, come la malattia, come l’omosessualità, che deve essere vissuta ed accettata fino in fondo. Per vincere e sopravvivere. Chi fugge muore.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

10 commenti

  1. Fabrizioimperia

    Valli li lacrime. Bello, intenso, crudo . Scene favolose… La lentezza nello radersi, il corpo che decade, la scelta legittima di tirare i remi in barca. Se sapete il francese guardatelo in lingua originale ! E in un momento di non depressione.

  2. zonavenerdi

    E’ un film che mi ha fatto davvero emozionare. Ne stiano alla larga comunque le persone che vogliono vedere un film solo per svagarsi perchè qui non si ride. Ci si emoziona! Il film parla di più problematiche: all’inizio si parla della ricostruzione del rapporto dei due fratelli (uno dei due era andato via tanto tempo prima cacciato di casa in quanto gay); poi si fa i conti con la malattia e di tutte le persone che aveva vicino il fratello etero (ora malato) solo il fratello gay gli resterà accanto fino all’ultimo. Vale la pena vederlo!

  3. Fabrizioimperia

    E’ uno dei film a sfondo gay che mi e’ piaciuto di più . Il regista e’ stato fenomenale… La bellezza della costa della Bretagna in contrasto con le mura del freddo ospedale parigino. L agonia e il decadimento del corpo e’ din troppo evidente ed esasperato. Dalla scena della depilazione di thomas risalta una sensazione di impotenza e rassegnazione molto ben interpretate. La decisione di morire solleva un importante tema : ll suicidio assistito. Bello e struggente Ma mai patetico

  4. malinconico43

    chereau è un grande regista di teatro, qui dimostra diessere un grande regista di cinema affrontando il tema specifico della fisicità del corpo,della sua bellezza e della sua caducità: un corpo di sesso, d’amore ,di morte.

  5. malinconico43

    chereau è un grande regista di teatro, qui dimostra diessere un grande regista di cinema affrontando il tema specifico della fisicità del corpo,della sua bellezza e della sua caducità: un corpo di sesso, d’amore ,di morte.

  6. malinconico43

    chereau è un grande regista di teatro, qui dimostra diessere un grande regista di cinema affrontando il tema specifico della fisicità del corpo,della sua bellezza e della sua caducità: un corpo di sesso, d’amore ,di morte.

Commenta


trailer: Son frère

https://youtube.com/watch?v=YnhtiUHzLko%26color1%3D0x6699%26color2%3D0x54abd6%26hl%3Des_ES%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

La storia di Thomas è un lungo calvario di un giovane a cui è stata diagnosticata una malattia irreversibile del sangue. Non è certo che morirà, di sicuro non guarirà mai, da un momento all’altro la crisi potrebbe scatenare la catastrofe. In questa lunga attesa di morte, lo assiste il fratello, ritrovato dopo una annosa lontananza. Lo seguono anche medici e infermieri seri e attenti, genitori petulanti o isterici, una fidanzata che non resisterà allo strazio prolungato di quel corpo in decomposizione. Resisterà invece, malgrado l’istintiva riluttanza, il fratello, lentamente conquistato dalla necessità di un amore invocato. La scomparsa di Thomas, nelle onde del mare di Bretagna una volta toccato il limite della sopportazione, lascerà il segno indelebile di una passione che avrà fatto riconoscere, al fratello e a noi spettatori, la miseria dimenticata di una condizione umana condivisa.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.