Rage

Rage
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT Q
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Rage

Sette giorni, quattordici personaggi, uno studente e il suo sito internet. Un incidente, un omicidio e una crisi nell’industria della moda newyorkese. Sogni infranti, conflitti amari e confessioni segrete: Il film di Sally Potter è una tragi-commedia sugli effetti della globalizzazione nell’era dell’informazione.
In sette giorni, Michelangelo, un giovane scrittore di blog (blogger?), gira interviste con il cellulare dietro le quinte di una famosa casa di moda di New York intanto Merlin, uno stilista di origini medio-orientali, si prepara a mostrare la sua nuova collezione. Le interviste a un gruppo di persone fra cui Minx (una celebrità fra le topmodel), Tiny Diamonds (l’investitrice), Anita de Los Angeles (una sarta), Vijay (il ragazzo delle pizze), Frank (un fotografo di guerra) e Mona Carvell (una critica), rivelano in modo dolceamaro i retroscena di un’industra in crisi man mano che gli effetti della globalizzazione e un’economia vacillante polarizzano le condizioni di lavoro e creano un divario sempre maggiore tra essere e apparire. Contemporaneamente Michelangelo diventa un punto di riferimento per chiunque, la persona a cui tutti si rivolgono: quando la morte di una modella durante una sfilata si rivela un omicidio, le interviste diventano vere e proprie confessioni. Un mondo che valorizza l’apparenza rispetto alla realtà viene messo sottosopra dallo sguardo calmo di un ragazzo armato soltanto dei mezzi che la sua generazione gli offre: internet e il cellulare. (Berlinale 2009, tr. G.B.)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

Nel film Jude law interpreta (in modo irriconoscibile) la supermodel trans Minx (nelle miniature a lato è l’ottava a scendere)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.