Monster

Monster
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBTLLL
  • Media voti utenti
    • (64 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Monster

Era da prevedersi che un film su una serial-killer intitolato Monster non avrebbe presentato un mostro. Strapazzata a casa, umiliata dai compagni di scuola, ridotta a prostituirsi con automobilisti villani e maneschi, quando incappa in un sadico che quasi la ammazza, Aileen gli spara. E tra il pubblico c’è chi sbotta: «Ha fatto bene!». Più difficile da capire senza appellarsi all’infermità mentale la catena di delitti che seguono. Del resto gli eventi che seguono non le daranno torto perché al momento buono sarà tradita da tutti. Parallela a questa storia terrificante si svolge la cronaca di un amore lesbico fra birre e sigarette, scorribande sui pattini, amori nei motel, baci e botte. Aileen scopre il proprio ideale nella ragazzina Selby (Christina Ricci, ambigua nell’apparente ingenuità), mandata in esilio presso una zia quando a casa hanno scoperto le sue tendenze, e cerca di renderle più facile la vita dando così un motivo concreto alle esuberanze omicide. (G. Grassi)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

15 commenti

  1. Doloroso, lancinante, crudelissimo. Aileen e’ la parte nera delle donne. Un costrutto di sofferenza che si contorce in se stessa. Avrei voluto oltrepassare lo schermo e prendermela fra le braccia. Aileen ovunque tu sia perdona questo mondo infame. Charlize amore mio, hai spaccato il culo ai passeri, dimostrando che oltre ad essere una delle donne più belle dell’universo hai talento da vendere!!!! Bravaaaaaaaaaaa

  2. Non è un bel film. E’ terrificante, orribile, sconvolgente, devastante. Non trovo più parole, sono troppo scossa per fare un commento decente…
    Il bene e il male si confondono, la vita diventa sopravvivenza, la speranza viene uccisa, l’amore non esiste.
    Rimarrò scioccata per molti, molti giorni.

  3. un film durissimo!!!!!charlize theron è eccezionale….si è calata al massimo nella parte….il ritratto di una donna disperata….delusa dagli uomini,che la vedevano solo come “merce”,e innamorata di una raga che nn si meritava il suo amore….davvero triste….

  4. Interpretazione da oscar (appunto!) per Charlize Theron, quasi irriconoscibile dal punto di vista estetico. Anche la Ricci niente male…il film è duro, ma vale la pena vederlo! Lascia tanta tristezza e angoscia (come Boys don’t cry), ma fa riflettere…

  5. LovingLee

    Cara Lee,dopo aver visto il film sulla tua storia ho pianto per due giorni consecutivi. Il tuo personaggio è il prototipo della mia anima gemella perchè rappresenta tutto ciò che amo e che cerco in una persona sotto ogni aspetto,fisicamente e caratterialmente. Ho acquistato il dvd e quando posso lo guardo anche più volte di fila,osservo con tenerezza e commozione la tua lotta per la sopravvivenza e il modo in cui ti impegni per soddisfare le pretese della tua compagna egoista,e puntualmente mi scendono fiumi di lacrime dagli occhi nella scena finale,in cui vieni condannata. Non doveva finire così! Se ci fossi stata io al posto di Selby tutto sarebbe andato diversamente perchè io non mi sarei mai comportata a quel modo. Io ti avrei amata in modo vero e sincero,non ti avrei mai permesso di tornare a prostituirti,ti avrei aiutato a cercare un lavoro e ad intraprendere il cammino verso una vita pulita,avrei cucinato piatti speciali apposta per te invece di voler andare al ristorante,e alla sera ti avrei riempito di coccole e attenzioni invece di fare tutti i capricci che ha fatto lei perchè tu la portassi al luna park…penso che saremmo state felici!
    Selby sei un’ingrata! Hai perso una donna d’oro e nessun’altra ti amerà mai così!

  6. 110 minuti densi e soffocanti.
    film eccezionale.resti senza parole.
    finito il film il pensiero d ciò ke hai visto t tormenta finkè decidi di nn pensarci + e cerki d distrarti cn la tua vita d tutti i giorni xkè tornare cn la mente a tutto quello ke è accaduto realmente a aileen wuornos ti toglie il respiro.
    t commuove e ti riempie d rabbia xkè comprendi nuovamente ke la realtà è un inferno sulla terra.
    un tuffo in acque gelide.

Commenta


Varie

In un bar notturno Aileen incontra Selby (Christina Ricci), una ragazzina dell’Ohio, spedita dai suoi genitori in Florida perché possa «rinsavire» dal «peccato» della propria omosessualità. Tra loro scatta fin da subito la scintilla di un amore, ma si tratta di una felicità col timer, perché tutto precipita velocemente. Selby deve partire, Aileen vorrebbe festeggiare un’ultima serata in grande stile e per procurarsi i soldi torna a prostituirsi ai bordi dell’autostrada. Ma stavolta le cose prendono la più brutta delle pieghe possibili. Il cliente è violento. La picchia e la lega alla portiera. L’autodifesa è una pistola con cui Aileen lo uccide. E se il rapporto fra le due donne sulle prime non sembra risentirne, con l’andare del tempo dovrà per forza attraversare turbolenze e incomprensioni.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.