Hustler White

Hustler White
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (24 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Hustler White

Bruce LaBruce sciocca l’America nel 1997 con questo “Hustler White”. Prende l’ex ballerino di Madonna (il bellissimo) Tony Ward e lo spoglia, lo trasforma in ragazzo di strada, lo umilia con un durissimo coito omosessuale iniziale, lo segue con morbosità tra set porno gay e droga e segue in contemporanea la vita di coloro che entrano in contatto con lui, con amarezza ma anche con tenerezza, descrivendo squallori e perversioni della vita di provincia. Duro, erotico, al limite dell’hard, da vedere per riflettere (Alessandro)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

9 commenti

  1. thediamondwink

    Si abusa troppo spesso, nelle recensioni di questo blog, della parola “capolavoro”, direi che so sprecano le volte che ho letto di un film etichettato in questo modo. Il film è brutto, se ha sconvolto l’America non lo so ma ha sconvolto me da quanto è brutto e orripilante, la recitazione qui non esiste, la finzione è tanto evidente quanto la bruttezza di certe scene al limite del ridicolo. Direi che sono 80 minuti di agonia, qui di bello c’è poco, non perdete tempo!

  2. cypsel79

    il film complessivamente merita un giudizio positivo.. unica critica: si poteva farlo durare dieci minuti di più e “chiudere il cerchio” per un paio di situazioni che invece restano un po’ sospese. forse bruce labruce, cercando evidentemente l’essenzialità, ha un po’ esagerato.. forse temeva di cadere nella prolissità. in ogni caso il film merita: molto pulp, carnale, si percepisce il calore della california; alcune situazioni sono violente e grottesche, ma servono a trasmettere il senso anche squallido di quel certo tipo di vita. non è vero secondo me che sia così “vecchio” come dicono alcuni.. a parte qualche riferimento all’attualità e ai gusti più tipici degli anni 90, in generale mi sembra ancora piuttosto attuale. film complessivamente riuscito, centra abbastanza gli obiettivi; giusto il finale, mah.. un po’ improbabile: sembra più una “speranza” di bruce labruce che un tentativo di verosimiglianza 😉 voto 7

  3. istintosegreto

    “Un capolavoro da vedere per riflettere” leggo dalla scheda del film. Riflettere su cosa?
    Scaricare questo film è stato un errore. Perdere un’ora a vedere questa porcheria mi è bastata. A quel punto ho premuto STOP e ho cancellato il file.

  4. traveller se guardi qui sopra dove c’è scritto DESCRIZIONE ci son ben 2 voci che danno l’informazione che cerchi, accanto a dove c’è scritto REPERIBILE, ma ancora meglio DVD ITALIANO. E nelle schede di tutti i film qui recensiti ci sono queste info. Quindi basta guardare lì!

  5. Concordo con il precedente commento. Il film è duro, un pugno allo stomaco.. Il regista, poco conosciuto in Italia, ha diretto altri film molto crudi che usciranno in dvd nei prossimi mesi grazie all’Atlantide entertainment

Commenta


Varie

Terzo film del regista Bruce La Bruce. Sulle orme dell’ultimo John Waters e del primo Andy Warhol, LaBruce punta il suo occhio indiscreto sul sesso mercenario e sull’omosessualità. Il protagonista Montgomery Ward (Tony Ward, modello noto per aver interpretato alcuni dei video musicali di Madonna) diventa l’oggetto non tanto oscuro del desiderio del giornalista Jurgen Anger, personaggio interpretato dallo stesso regista. Con il pretesto di voler accogliere testimonianze dirette per un libro sulla vita dei ragazzi di strada, Anger comincia a seguirlo ovunque con risvolti imprevedibili..

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.