Gas

Gas
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (29 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Gas

Un crudele gioco da “branco” vede protagonisti un gruppo di ragazzi che rapisce un uomo e lo spaventa a morte. Luca, 24 anni vive la propria vita con un senso di profonda frustrazione. Senza entusiasmi né passioni, con una vita famigliare opprimente, Luca sembra trovare una nuova consapevolezza nel nuovo rapporto con Riccardo, fratello della sua ex-fidanzata. La sua storia si intreccia a quella di un gruppo di coetanei la cui soluzione alla propria insoddisfazione si manifesta in una violenza furibonda. Esistenze che finiranno per combinarsi in un singolo e tragico destino.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

5 commenti

  1. Bella l’idea della storia, anche le interpretazioni non sono malaccio, e’ propria la regia a perire non avendo sfruttato appieno una narrazione dal soggetto avvincente. Peccato perche’ i requisiti per fare un bel film c’erano tutti. A tratti l’esasperazione dei personaggi mi e’ parso volesse replicare ad oltranza la carica emotiva dei protagonisti di Trainspotting, ovviamente mi riferisco solo ed esclusivamente alla recitazione e non al contesto che con il film di Danny Boyle non c’entra nulla.

  2. thediamondwink

    La sinopsi del film mi piace, ma è troppo noioso, il regista cerca di strafare e non ci riesce. Storia dentro una storia, mischiata e spesso incomprensibile, ma almeno gli attori sono credibili.
    La fine sembra inevitabile per un amore clandestino e improbabile, certo, la violenza è il fulcro del racconto ma credo si esageri un po’, tutto troppo “costruito” a tavolino che vorrebbe impietosire o stupire, ma non provoca nessuna di queste reazioni, forse l’indifferenza!

  3. Jim Puff

    E’ una storia del “branco”, una storia cruda, fastidiosa, con qualche incongruenza, ma vera.
    E’ “un pugno nello stomaco” da vedere, decisamente meglio di tante caramellate propinate da tv e cinema.

Commenta


Varie

Gas è una storia i cui protagonisti sono ragazzi tra i venti ed i trent’anni imprigionati nelle maglie strette di una vita di provincia, privati di sogni, sprovvisti di valori, uniti dalla rabbia, dal risentimento e dal desiderio di riscattarsi dal vuoto sentimentale ed emotivo che li costringe a galleggiare nell’inconsistenza e nell’incoscienza.
Il personaggio principale è Luca, ventiquattro anni, una vita priva di entusiasmi e passioni, una insoddisfazione profonda dovuta anche ad un rapporto convenzionale con una ragazza più grande di lui, Ludovica, e ad un ambiente familiare opprimente. L’unica via di uscita per lui sembra essere l’inaspettata conoscenza di Riccardo, fratello maggiore di Ludovica, che aiuta Luca a contattare la sua vera identità. La storia di Luca si intreccia con quella di un gruppo di coetanei: Francesco, giovane padre separato dalla moglie; Emiliano, inserviente all’obitorio; Sandro, figlio di un famoso personaggio televisivo; Monica, mantenuta da un amico del padre in un appartamento ricco e vuoto; Laura, alle prese con una sorellina piccola e una madre insoddisfatta ed egoista.
In un finale a sorpresa, le fila scomposte delle singole esistenze arriveranno a combinarsi in una risoluzione dal respiro catartico.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.