Il Diavolo veste Prada

Il Diavolo veste Prada
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (79 voti)
  • Critica

Cast

Il Diavolo veste Prada

Tratto dal bestseller di Lauren Weisberger il film racconta la storia di Andy (l’incantevole Anne Hathaway) cominciando dal suo primo lavoro per la rivista Runway, un clone di Vogue, sotto le dipendenze della redattrice capo Miranda Priestly interpretata da una cattivissima Meryl Streep (già in odore di Oscar). Non è questo l’ambiente che Andy ama ma si vede costretta ad adattarvisi, e vi riesce molto bene trasformando piano piano la sua stessa personalità, con l’aiuto che le viene offerto dal braccio destro di Miranda, Nigel, un omosessuale molto bene inserito nell’ambiente, interpretato da un bravissimo Stanley Tucci (il personaggio reale a cui si riferisce questa figura del romanzo e del film sarebbe André Leon Talley, direttore di Vogue). Andy riesce così a trasformare in realtà il suo sogno di entrare nel mondo di Vogue. Ma la vera anima del film non è Andy, la protagonista, bensì Miranda, che brilla di un’istericità accattivante, maniaca del lavoro, perfetta nel suo ruolo di “comandante”, capace di distruggere il futuro di un disegnatore di moda solo con una smorfia della bocca. Il personaggio di Nigel, che poteva sfiorare la caricatura, è invece reso molto credibile da Tucci, estremamente serio e completamente preso dal suo lavoro. Non parla mai della propria omosessualità, anche se spesso fissa gli occhi sui bei ragazzi, e racconta con discrezione come da giovane preferisse nascondersi a leggere Runway piuttosto che andare a giocare a calcio coi suoi coetanei. Complesso anche il suo rapporto con Miranda che ama ma anche odia per come riesca così facilmente a ferire le persone.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

14 commenti

  1. thediamondwink

    La REGINA Meryl è semplicemente grandiosa e sfrontatamente perfetta nel ruolo della perfida direttrice di ‘Vogue’. Film eccessivamente QUEER, con un’eccellente colonna sonora e uno squittio di ‘tacchetti’ che inneggiano all’impazzata. Superficiale ma irresistibile.

  2. Skippy'90

    Un film molto carino da vedere che tratta il mondo del lavoro, della moda e della possibile collissione col privato. Splendido l’ambientazione di New York, l’ambiente di moda rappresentato assieme agli abiti(ti fa quasi venire voglia di indossarli) e i personaggi femminili(specialmente l’inizio: che bellezze!)

  3. Majin79

    Un bel film tratto da un bel libro… sopratutto una Streep che si dimostra un’attrice grandiosa come a suo solito… credo obbiettivamente non esista ruolo che non sia capace di interpretare… PS stereotipato invece il ruolo del gay, do comunque al film un bell’8.

  4. Possibile che dove si mette mette la Streep è un portento della natura??
    Anche nella parte di una cattivissima e cinica potente donna del mondo della moda.. Grandissima!

    Spero che vinca l’Oscar domani..per il film ‘Julie&Julia’ !

  5. Foerster

    Stronzissima, strabiliante, strepitosa Streep!
    Tre scene mi hanno fatto impazzire: l’arrivo della diabolica Miranda in ufficio, il colloquio di assunzione di Andy e – soprattutto! – la dissertazione sul colore blu («this is not just blue… it’s caerulean»).
    Da vedere in lingua originale: la voce della Streep non si può doppiare 🙂

  6. La ”padrona” Meryl Streep gestisce molto bene le sue giovani ”schiave” magre, bellissime e sicuramente disponibili per il suo letto !!! Ottimo film cripto-sado-lesbico.

  7. Stellinadorata

    Io penso che questo film faccia sognare coloro che amano la moda, in particolar modo le adolescenti…
    Io consiglio questo film perchè è veramente piacevole da guardare ed è anche poco impegnativo…

  8. E 1 BELLIX FILM !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! TROOOOPPPPO FIKO !!!!!! SOPRATUTTO X KI AMA LA MODA !!!!!!!!!!
    LA FINE ME LIMMMAGINAVO KE LEI RIMANESSE A LAVORAECN CN QUEL “MAGAZINE” DI MODA E SI RIMETESSE CN IL SUO EX !!!!!!!!!!
    PECCATO STAVA BENIXXIMO CN QUEI ABITI FIRMATI…….
    LA DIRETTRICE RECITA TROPO BN !!111111! # BACIOTT HILLY #

  9. terzo piano

    Per chi deve difendersi dalle angherie di un capo donna, per chi ama il mondo della moda, per chi ama il genere “Eva contro Eva”. Bonazzi i due attori che interpretano gli uomini di Andy. Due canzoni di Madonna (“Vogue” e “Jump”). Meryl Streep strepitosa e minimalista. Abiti della costumista di “Sex and the city”. Che volere di più?

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.