Demoni e dei

Demoni e dei
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (308 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Demoni e dei

Bravissimo Ian Mc Hellen (attore gay dichiarato) nel rappresentare la fine e variabile psicologia del regista di film horror James Whale (1886-1957) che, pur avendo diretto a Hollywood 20 film tra il 1930 e il 1941, è noto soltanto per i suoi 4 titoli fantastici: i primi 2 Frankenstein sonori (1931 e 1935), L’uomo invisibile (1933) e The Old Dark House (1931), inedito in Italia. La storia che viene raccontata della sua morte sembra tutta inventata (in realtà si suicidò lasciando una lettera testamento indirizzata alle persone che amava) ma serve molto bene a rappresentarci probabilmente il vero carattere e le vere emozioni che Whale deve avere provato negli ultimi anni della sua vita. Il ricordo del soldato ucciso in guerra e di cui era innamorato è struggente. Bravissimo anche il superbono Fraser nella parte del giardiniere che involontariamente lo provoca. Da vedere e godere.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

9 commenti

  1. thediamondwink

    Un film che colpisce soprattutto per il coraggio di un uomo che, per anni non ha mai rifiutato e nascosto la sua sessualità, un personaggio hollywoodiano diverso dagli altri, quegli ”altri” a cui mancava, forse, la sfrontatezza. Ian McKellen sa di essere anziano e, soprattutto, solo, lo è sempre stato anche quando era un famoso regista di Hollywood, ma, prima della sua fine, è ancora più solo. Una storia romanzata, forse triste, forse malinconica o patetica, ma sinceramente molto toccante, soprattutto nel finale, dove quell’uomo famoso, stanco della vita, cerca la morte perché non vuole che la morte trovi lui!!! Bellissima la frase “i veri mostri sono qui”…riferito ai certi individui. Bello

  2. gfm1803

    Un film assolutamente non banale: sugli dei degli amori vissuti, persi, ricordati.Sui mostri del quotidiano, della guerra, della morte, dei ricordi. La bellezza pura in contrasto con il crudele, la giovinezza con la vecchiaia. E il vissuto che ti entra dentro e non ti molla più.

  3. istintosegreto

    Film che racconta l’incontro di un uomo anziano con uno più giovane. Senza descrivere il protagonista come un vecchio maialone, ci parla del desiderio e del ricordo di una gioventù perduta.

  4. Alfredo

    Fa riflettere perchè è soggettivo interpretare chi sono i demoni e chi gli dei. Il protagonista ha creato dei mostri artificiali nei suoi film ma ripensa costantemente ai mostri reali della guerra; peraltro se è vero che Frankenstein è un mostro lo è ancor di più perchè diverso dagli altri e di questo anche un mostro può soffrire.

Commenta


Varie

Nel 1957 il regista James Whale, dopo una intensa attività che aveva trovato i momenti migliori nella direzione dei film anni ’30 dedicati a Frankenstein, vive in un agiato e confortevole isolamento in una villa californiana. Soffre di lievi attacchi cardiaci e a garantirgli continua assistenza c’è solo Hannah, una governante energica e protettiva che lo segue ormai da quindici anni. Un giorno James scorge nel giardino un giovane alto e prestante: è Clayton, ex marine adattatosi a fare il giardiniere in attesa di qualche altro lavoro. James, attratto dal ragazzo, lo invita a prendere un thé e a scambiare qualche parola. Clayton è affascinato dal fatto di conoscere un esponente della vecchia Hollywood ma è anche infastidito dalla ostentata omosessualità dell’anziano regista, che, dopo qualche giorno, gli chiede se è disponibile a posare per lui come modello. Clayton, nell’intento di arrotondare la paga, accetta ma poi le richieste di James si fanno più circostanziate e, messo anche sull’avviso da Hannah, rinuncia. Allora James gli chiede di accompagnarlo ad una festa nella villa del regista George Cukor. Qui Clayton conosce una giovane Elizabeth Taylor, poi viene presentato alla principessa Margareth, quindi assiste all’incontro tra James e i suoi vecchi attori Elsa Lanchester e Boris Karloff. Tornano a casa mentre infuria un forte temporale. Qui Clayton si spoglia per togliersi gli abiti bagnati e James cerca di provocarlo, invitandolo ad ucciderlo. Clayton reagisce e gli urla “Non sono il tuo mostro”. La mattina dopo, James viene trovato morto annegato nella piscina. Anni dopo, Clayton torna a casa. L’aspettano la moglie e il figlioletto che, alla televisione, sta guardando il film “La moglie di Frankenstein”. Al piccolo Clayton fa vedere il disegno originale del mostro, regalatogli da James.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.