Date and Switch

Date and Switch
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Date and Switch

Una interessante commedia gay hollywoodiana, prodotta dalla Lionsgate e diretta dal regista gay Chris Nelson, nata con l’obiettivo di non circolare solo nel festival LGBT. Michael (Nicholas Braun) e Matty (Hunter Cope) sono grandi amici sin dall’infanzia. Sono arrivati all’ultimo anno delle superiori e, come usa tra gli adolescenti in procinto di passare all’età adulta, si promettono di perdere entrambi la verginità prima del ballo di fine anno. Succede però qualcosa d’inatteso: Matty confida a Michael di essere gay. Michael è sorpreso, ma non pensa nemmeno per un attimo di abbandonare l’amico o che la loro amicizia possa ridimensionarsi. Colpisce la sua innocente dolcezza in merito. Mentre noi ci gustiamo alcune scenette comiche, che però non cadono mai negli stereotipi usuali, Michael cerca d’informarsi su cosa significhi essere gay (cerca su google “ragazzo su ragazzo” che restituisce subito immagini assai esplicite, peccato che in quel momento arrivi il babbo). Superato lo shock iniziale, tutto sembra tornare nella norma, anche se i due ragazzi sono stati abbandonati, per ragioni diverse, dalle rispettive fidanzate. La promessa di perdere la verginità è sempre valida e così Michael accompagna Matty in locali gay per aiutarlo a trovare un ragazzo (esilaranti scene coi nostri due amici nudi immersi nelle bolle di sapone). Ma, come l’esperienza insegna, la persona giusta arriva quando meno te l’aspetti, in questo caso un incidente d’auto. La storia diventa un po’ drammatica, mettendo a rischio un’amicizia decennale, quando Michael s’innamora della ex di Matty, cosa quasi sempre sgradevole in qualsiasi amicizia, e Matty del ragazzo che Michael non approva … Una commedia adolescenziale che ce ne ricorda molte altre, ma, grazie anche ai due bravissimi interpreti, con momenti di genuino divertimento. Lo stile è assai simile a quello di una buona sit-com televisiva, come sembrano ricordarci le interpreti Sarah Hyland (Modern family) e Megan Mullaly (Will and Grace). Gary Cole e Megan Mullally sono i genitori conservatori di Matty, mentre Nick Offerman interpreta il comprensivo padre di Michael, tutti grossi nomi del cinema comico americano che però qui non sembrano dare il massimo. Il regista Chris Nelson, gay dichiarato ed alquanto affascinante (peccato non si sia riservato una parte), ha ricordato che ai tempi delle superiori venne preso in giro quando si recò in classe con un bel maglione rosa, ma spera che oggi le cose siano migliorate. Tra i suoi registi preferiti mette Pedro Almodovar, soprattutto perché “non incasella mai i suoi personaggi, evitando di renderli degli stereotipi”. Cosa che riesce a fare molto bene anche lui in questo film. In proposito, sottolinea Nelson, che la sceneggiatura di Alan è riuscita a rendere quasi più gay il personaggio dell’amico etero Michael. Nelson ha anche affermato che la storia è stata in parte ricavata dalle esperienze reali dello sceneggiatore mentre lui purtroppo perse il suo migliore amico alle superiori quando fece coming out.

Condividi

Un commento

Commenta


trailer: Date and Switch

Varie

CRITICA:
“Date and Switch” stars Nicholas Braun and Hunter Cope as best friends Michael and Matty who have made a pact that they’re going to lose their virginity before their high school prom. What sounds like the gazillionth film in a long line of “American Pie” rip-offs luckily has a refreshing twist when Matty comes out and tells his best friend that he’s gay. 2014
The movie starts with a fair amount of “MTV generation” editing, making sure that you’re aware that it’s meant for teenagers. There is also a copious use of the words “bro” and “dude” in every sentence, but it’s still funny. The characters especially remind me of the main characters in “The First Time”. There’s a natural honesty that the actors give the characters which makes them sweet and funny that it can get you past the seriously excessive use of “bro” and “dude”.
Michael is supportive of Matty since after all they have been friends since an ill-advised, swear word-ridden incident in grade 2. But Michael also has no idea what being supportive means so he has turned a celebration brownie into a phallically-designed brownie, he takes him to a skeevy gay bar looking like a biker club, and then takes him to an ecstasy dream sequence type gay bar.
Problems arise when Michael falls for Matty’s ex-girlfriend. I’m pretty sure there’s a rule against that in the bro code. And thus, Michael and Matty’s friendship is in jeopardy. At which point the film switches to the dramatic, and audiences should be aware that it’s not a laugh riot all the way through. Luckily, the natural honesty which Braun and Cope give Michael and Matty can get you through the predictable down times. But not to worry, when we finally get to their high school prom, the film has returned to its funny but familiar originality.
For its target audience, “Date and Switch” should be a very good movie. It could probably even be the indie teen break-out hit of the year like last year’s “The First Time”. While the “bro” and “dude” dialogue can sound pretty lame to those outside of the target audience, but if teenagers actually talk like that, then what you have here is a funny, sweet, and original take on a familiar story. VOTO: 7/10 ( Anne Campbell, filmgatereviews.com)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.