Colpo di fulmine - il mago della truffa

Colpo di fulmine - il mago della truffa
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (162 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Colpo di fulmine - il mago della truffa

Il film è tratto dal romanzo dello scrittore giornalista Steve McVicker che racconta l’incredibile storia vera del detenuto Steven Russell (a tutt’oggi in prigione dove deve scontare 45+99 anni in un carcere di massima sicurezza), un padre di famiglia specializzato in truffe che, innamoratosi del compagno di cella Phillip Morris, dopo che quest’ultimo viene liberato, tenta quattro volte la fuga dal carcere per poterlo raggiungere. Il libro fu scritto con il permesso e la collaborazione di Russell, sollevando un grosso scalpore negli States, cosa che si è ripetuta con la lavorazione del film e soprattutto con la distribuzione, una sconosciuta Consolidated Pictures Group, che è stata trovata con molte difficoltà, ed ha programmato il film negli USA per San Valentino 2010! Speriamo che la programmazione del film al Festival di Cannes 2009 nella Quinzaine smuova le acque per un lancio anticipato.

Visualizza contenuti correlati

Questo film al box office

Settimana Posizione Incassi week end Media per sala
dal 23/4/2010 al 25/4/2010 19  34.813  967
dal 16/4/2010 al 18/4/2010 12  129.395  1.165
dal 9/4/2010 al 11/4/2010 9  338.399  1.524
dal 2/4/2010 al 4/4/2010 5  830.618  3.534

Condividi

28 commenti

  1. zonavenerdi

    In Italia si è cercato in tutti i modi di boicottarlo questo film e poi quando l’attesan (gforse proprio per questo) è cresciuta a dismisura lo si è reintitolato in modo che sembrasse una commediola, invece dopotutto resta una storia d’amore. Può piacere o meno, ma questo rappresenta.

  2. Simpatico ma assolutamente sopra le righe… non c’è dubbio che la storia, vera, raccontata fosse di per se eccezionale, ma questa messa in scena così surreale non ha aiutato niente a renderla credibile. Sentimenti non riesce a comunicarli, né a livello romantico né parlando dell’adrenalina per la vita rocambolesca, le personalità vengono rappresentate in un modo che è un eufemismo definire superficiale, e anche la visione dell’omosessualità, non a livello di ideali ma proprio di immagine fisica, con questi due che se ne vanno in giro a petto nudo tra mille manierismi e i cui cagnolini persino sono affettati, lascia alquanto a desiderare

  3. perles75

    Un po’ deludente questo Phillip Morris che mi ha ricordato molto una brutta copia del superiore “Prova a prendermi”. L’omosessualità è parte integrante (anzi direi scatenante) della vicenda, ma non mi ha soddisfatto, troppo rileccata e manieristica, senza contare la totale assenza di chimica tra Jim Carrey e Ewan McGregor (quest’ultimo piuttosto credibile nel ruolo di un gay fragile e piuttosto effeminato).
    Jim Carrey, che di solito mi piace, mi ha stuccato, ed è decisamente inferiore al Di Caprio del corrispondente ruolo in “Prova a prendermi”, ma forse la cosa che mi ha convinto meno è la resa cinematografica della storia (nonché le scene in prigione incredibilmente finte): Ficarra dovrebbe smettere di fare il regista.
    Nonostante tutto ha comunque dei buoni momenti, quindi il 6 lo strappa.

  4. Su questo film c’è da dire che è stato accompagnato da una vasta serie di polemiche in quanto all’epoca dell’uscita nei cinema ci fu un’importante opera di censura fatta nel trailer e in quasi tutta la pubblicizzazione del film in Italia (lo stesso titolo del film in italiano “Colpo di fulmine, Il mago della truffa” toglie ogni riferimento alla tematica gay ne è un esempio lampante).
    Nonostante questo io l’ho trovato spassosissimo, in pieno stile Carrey, dissacrante, ma al contempo non banale anche nelle scelte fatte per strappare una risata…

  5. De La Croix

    Mi è piaciuto, personaggio interessante! 🙂 E soprattutto davvero convincenti Carey e Mc Greg come coppia, si vede che sono davvero bravi come attori! Mi sarei aspettato un film demenziale e invece no, è stato interessante.

  6. Stupisce e dispiace che negli USA il film non sia ancora riuscito a trovare una distribuzione degna di tale nome.. Ma lì la censura è molto forte.. Magari gli americani se lo scaricheranno in italiano, quando uscirà in dvd.. 🙂

  7. Mi è piaciuto moltissimo! Che cosa non si arriva a fare per amore.. Un dei film gay più riusciti degli ultimi anni.. I 2 attori protagonisti superlativi! La storia è vera, anche se sembra incredibile, è tutto vero!!

  8. her mann

    Visto lunedì scorso alla multisala oz di Brescia.
    Il film non mi ha entusiasmato. In sala poco pubblico lgtq ma composto . Unico neo una coppia di colore che non ha esitato a dire “che schifo !” quando i protagonisti si sono baciati (con un bacio per altro castissimo !)

  9. Ho letto il commento sotto;non và proprio il paragone con le mine vaganti film in cui l’argomento è l’omofobia .Questa è una biografia sul genio della truffa ,resa in un modo piuttosto originale ;non è una commedia ma nemmeno un dramma ;come titolo sarebbe bastato mantenere il più eloquente originale.Da vedere ,soprattutto se nella vs città non capitano spesso film gay.

  10. jeegcat

    Ho visto in prima il film, è una commedia leggere che racconta una storia vera, magari un po’ accentuata e fantasticata dal regista, ma comunque niente male , a me è piaciuto, addirittura più di mine vagante…almeno qui non c’è la repressione e il problema dell’omosessualita e non c’è che un gay può diventare un po’ anche etero come nei film italiani

  11. Speriamo che spostino la data di uscita, perchè in quello stesso periodo escono altri film a tematica ,come humpday e l’ultimo di ozpatek ;Rimanamo per mesi senza un titolo gay, poi escono uno accavallato all’altro, nemmeno il tempo di goderselo .

  12. Gentilissimo e carissimo Luigi, a lei (ma anche alla sig.ra Giulia, al sig. Andrea…)che spesso ha fatto da eco ai commenti dell’altrettanto gentilissimo e carissimo Amal…volevo chiedere: codesta classifica (violentata e privata di tutti i film a tematica lesbica nel giro di due settimane) è di suo gradimento?

  13. Gio46

    Scusate piccola curiosità: come hanno fatto a votare qst film se ancora non esce? Forse sono deficente io che non riesco a trovarlo…
    Muoio dalla voglia di vederlo!

Commenta


trailer: Colpo di fulmine - il mago della truffa

https://youtube.com/watch?v=gsK9wWwZTnY%3Ffs%3D1%26hl%3Dit_IT

Varie

“…Il risultato è del tutto convincente: nel film si sorride, ci si emoziona, si seguono le avventure di Carrey e McGregor col fiato sospeso e con legittima partecipazione si attende il loro romantico bacio. Lontano da qualsiasi voyeurismo, più dalle parti di “Tutti Pazzi per Mary” che del Fassbinder di “Querelle”, il film dei due registi mattacchioni è un soffio d’aria libera tra le molte tragedie (omosessuali e eterosessuali) che quest’anno sfilano sulla passerella della Quinzaine des Realisateurs…” (Giorgio Gosetti, La Gazzetta del Sud)

“Provocatoria e trasgressiva commedia di Glenn Ficarra e John Requa con due eccellenti Jim Carrey e Evan McGregor gay e innamorati anche dietro le sbarre di un carcere, oltre che in vite e truffe turbolente. Gli interpreti e una sceneggiatura abilissima fanno scintille. Spiritoso e acuto, il film è diventato una bandiera per il costume gay in Usa. ” (Giovanna Grassi, Corriere della Sera)

“Che Jim Carrey fosse il genio del trasformismo lo sapevamo dai tempi di Ace Ventura e Mask , fino al più recente Scrooge di Christmas Carol in 3D. Forse, però, il suo talento non è mai stato speso bene come in questo primo film di due dotati sceneggiatori ( Babbo bastardo ): dove è Steven Russell, che si trasforma da padre di famiglia e poliziotto in truffatore, decide di fare outing e s’innamora di un altro detenuto, il dolce Phillip Morris. Quando questi è scarcerato, Steven fa di tutto per raggiungerlo. Ispirato a una storia vera (Morris è stato consulente per la sceneggiatura), un mix di dramma e commedia romantica imprevedibile anche nel linguaggio. (Roberto Nepoti, La Repubblica)

“Spesso le storie vere sono migliori, su grande schermo, di quelle create a tavolino. Ne è un esempio «Colpo di fulmine. Il mago della truffa» interpretato da quella maschera vivente che risponde al nome di Jim Carrey. Il film racconta infatti un fatto realmente accaduto di come cioè un poliziotto texano, coniugato e devoto, si sia accorto di essere gay. Cambia stile di vita e a furia di truffe finisce in carcere dove conosce l’amore della sua vita. Al punto di evadere per lui. Il tutto tradotto in una commedia scoppiettante, ben diretta da due esordienti, Requa e Ficarra, che lasciano le briglie sciolte a Carrey traendone giovamento.” (Maurizio Acerbi, Il Giornale)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.