Bye Bye Blondie

Bye Bye Blondie
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (3 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Bye Bye Blondie

Film tratto dal romanzo di Virginie Despentes (regista anche dello scandaloso “Baise moi” del 2000), scritto e diretto dalla stessa Despentes. E´ la storia di Gloria e Frances. La prima è una artista bohemienne (Beatrice Dalle) sempre vestita di nero; la seconda una star della televisione (Emmanuelle Béart) spesso vestita di bianco. Si sono incontrate, adolescenti problematiche, in una clinica psichiatrica e insieme hanno attraversato gli anni difficili tra sesso (tra loro), droga (qualche canna) e rock´n´roll (punk). Poi si sono perdute di vista. Dopo vent´anni Frances torna in provincia, scende dalla sua Jaguar con autista ed entra nel capannone che serve da atelier a Gloria. La convince a tornare con lei e ci riesce. La porta a Parigi. Ma Frances è sposata con uno scrittore omosessuale che vive al piano di sotto (con il suo fidanzato) e la vita a tre si rivela difficile. Dopo alcuni colpi di scena ognuno farà la scelta giusta. Molto diverse tra loro (anche come percorso professionale) Béart e Dalle sono efficaci nei loro ruoli. Presentato nell´ottobre scorso in apertura di “Chéries-Chéris”, festival del cinema gay di Parigi, “Bye Bye Blondie” non ha scandalizzato. «Ho subito annunciato che nel film non c´era sesso» ha detto la regista. «Non avevo bisogno di spogliarle per mostrare che Gloria e Frances si amano e si desiderano». Anche se le belle signore non sono mai nude il sesso in realtà c´è. E, pur molto pentita della sua bocca non riuscita, la bella Béart l´impegna spesso in baci appassionati sulle enormi e naturalissime labbra di Beatrice Dalle. (L. Putti, La Repubblica)
“L’omosesualità femminile è ancora un argomento tabù nel mondo del cinema”: in una videointervista Emmanuelle Béart spiega che questo è stato un fattore determinante nella decisione di girare Bye Bye Blondie – oltre all’amirazione per la sua collega di set, un’altra musa, l’attrice Béatrice Dalle. Girato tra Parigi, Nancy e Liegi con un budget di circa 4,5 milioni di euro e il supporto di Wild Bunch e Canal +, Bye Bye Blondie viene definito dal produttore Jean-Yves Roubin “una commedia romantica: da Baise Moi sono passati dieci anni e questa volta non ci saranno polemiche o censure”. Si annuncia come il film lesbico dell’anno.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

  1. Sono riuscita a trovare questo film a Parigi. Ne vale veramente la pena, nella versione francese vi sono i sottotitoli in italiano, non capisco perche’ in Italia non sia ancora stato distribuito dal momento che fuoriesce dallo stretto circuito dei festival. Béart e Dalle splendide calate nel ruolo delle eterne adolescenti.

Commenta


trailer: Bye Bye Blondie

Varie

Il film esce in Francia il 21 marzo 2012

——————–

Adapted by the director from her eponymous novel, Gloria (Béatrice Dalle) is 40. With no job, no family, no fixed address, she spends her time boozing in her local bar in Nancy. Frances (Emmanuelle Béart) is 40. A prime time TV presenter living in Paris, she’s married to successful novelist, Claude. Behind closed doors, Frances sleeps with women, and Claude with men. In public, they are the perfect couple. Back in the 80s, Gloria and Frances met in a psychiatric hospital. Back then, they loved each other, the way you love at 16: intense, wild. Sex, drugs and punk rock. After meeting in a psychiatric hospital, they ran away together. Then life pushed them apart. Frances left Gloria – her first true love, her first broken heart. Now, twenty years later, their paths are about to cross again…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.