L' Amore fatale

L' Amore fatale
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (8 voti)
  • Critica
Varie

Cast

L' Amore fatale

Il film è molto ben fatto e cattura l’attenzione dall’inizio alla fine, nonostante si tratti di una storia quasi completamente basata su una crisi tutta interiore del protagonista. Tratto da un romanzo di Ian McEwan, che ha visionato anche la sceneggiatura ed approvato il risultato finale, a noi è però sembrato meno bello del romanzo. Sarà perchè nel film in realtà non c’è nessuno spazio per un possibile amore omosessuale. Il personaggio “gay” che assilla il protagonista è angosciante, per non dire deficente, o forse sarebbe meglio dire che è assolutamente poco credibile. A meno che lo inseriamo nella categoria dei malati mentali come forse ha inteso fare il regista. Malato non basta, infatti diventa anche assassino. Siamo quindi al solito personaggio gay completamente negativo che non vorremmo più vedere al cinema. Ma forse sbagliamo noi. Il film comunque è assai intrigante e crea un’atmosfera angosciante che ci fa sempre attendere il peggio, alla maniera dei thriller di classe. Per gustarlo dimenticatevi che ci sia un personaggio gay, come probabilmente farà lo spettatore etero, e chiudete gli occhi davanti alla scena del bacio fatale.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

5 commenti

  1. thediamondwink

    Premetto che non ho letto il libro…
    Tutto parte da una disavventura, che si trasforma in ossessione che logora l’esistenza dei due personaggi, uno perchè convinto di non aver avuto abbastanza coraggio, l’altro perchè infatuato del protagonista. A mio avviso, tutto sembra un po’ troppo ripetitivo e forse claustrofobico, il personaggio gay è negativo e troppo ossessionato, tanto ossessionato da diventare forse offensivo per la “comunità”. Ma in definitiva il film non è male, lasciando stare la scelta degli attori (Rhys Ifans è pessimo in questo ruolo), mi è piaciuta la fine, molto interessante, a mio avviso dovrebbe essere visto più di una volta.

  2. zonavenerdi

    A me pare una storia di stolking, che questa è nata da un incidente di una mongolfiera è un fatto puramente casuale. Il personaggio gay è negativissimo e secondo me non è da considerare come gay, ma solo come malato di mente, ossessionato dal protagonista. Il problema, comunque, sta anche nel protagonista stesso, che ossessionato dall’incidente, da troppa corda al suo stolker iniziando a comportarsi stranamente con tutti i suoi conoscenti, che da un certo punto in poi lo trattano a sua volta da malato di mente …

  3. Ricordavo che il romanzo mi era piaciuto, ma non ricordavo i dettagli, dunque non so se la trasposizione sia stata fedele. Comunque il film parte bene ma poi si arena, è lento e ripetitivo. Ho trovato qui del tutto fuori luogo l’attore che interpreta Jed, che per me resta il simpatico fuori di testa di Nottingh Hill, mentre in questa parte non ha credibiltà. Per tutto il film vien voglia di urlare al belloccio e stupido Joe: “ma perchè non dici con calma a tua moglie come stanno le cose invece di contorcerti su te stesso e creare tutti quei casini?”, Il suo presunto dilemma interiore tra l’altro non si evince affatto: è o non è in parte innamorato/turbato da questo amore? Boh.

Commenta


Varie

Su un prato verde smeraldo, in una giornata splendente nel mezzo della campagna fuori Oxford, una coppia sta facendo un picnic. Lui, un professore, Joe, ha portato una bottiglia di champagne, deve fare una domanda importante a lei ma improvvisamente nel cielo appare un pallone aerostatico rosso. Dentro un ragazzino chiede aiuto: non riesce ad atterrare. Alcuni uomini vanno in suo soccorso ma quando il vento diventa troppo forte non riescono a rimanere aggrappati e lasciano la presa. Solo uno resta aggrappato, ma cadrà schiantandosi per terra. Mentre il professore è divorato dal senso di colpa per la morte dell’uomo, uno degli altri uomini accorsi in aiuto al ragazzo del pallone comincia a ossessionarlo. Il professor Joe inizia a essere perseguitato da quest’uomo folle che si innamora di lui, fino a distruggergli la vita privata e sentimentale. Mentre il suo rapporto di coppia va a rotoli, suggerisce il finale, l’unico sentimento che sopravvive è proprio quello del suo squilibrato persecutore.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.