The Advocate For Fagdom

The Advocate For Fagdom
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

The Advocate For Fagdom

Bruce LaBruce ammette liberamente: “La maggior parte dei miei film ha contenuti sessualmente espliciti”. Il suo lavoro mescola il porno omosessuale con le usanze artistiche del cinema indipendente. Bruce LaBruce, il cui vero nome è Justin Stewart, è nato a Southampton, Ontario, nel 1964. Ha frequentato la scuola di cinema diToronto e ha studiato teoria del cinema alla New York University. Ha lavorato anche per riviste amatoriali punk omosessuali e come produttore di film in Super 8mm. “Gli Aficionados lo ritengono un artista trasgressivo nel senso più vero del termine” sostiene il regista francese Frédéric Thibaut, “Coloro che sono meno al passo coi tempi lo vedono, al massimo, come il figlio spirituale di Kenneth Anger e John Waters. I pragmatici si compiacciono nel considerarlo un faro, una luce guida del Queercore Movement.”
Nei suoi ritratti di questo controverso regista, Angélique Bosio accosta del raro materiale di archivio con le considerazioni dei suoi collaboratori e famosi colleghi, tra cui John Waters, Gus Van Sant, Harmony Korine e Richard Kern. Nel film c’è anche un’intervista con Jürgen Brüning, produttore berlinese dei film più recenti di LaBruce (tra cui il lavoro del 2004, THE RASPBERRY REICH), tutti girati a Berlino. Bruce LaBruce: “Girare a Berlino è grandioso. La città è uno dei migliori posti al mondo dove girare; possiede location spettacolari dove si può anche filmare gratis o comunque per molto poco.” (Berlinale 2011 – tr. G. Borghesi)

Condividi

Commenta


trailer: The Advocate For Fagdom

https://youtube.com/watch?v=koas4S0-bfo

Varie

At turns, a transgressive artist in the purest sense of the term, the spiritual son of Kenneth Anger and John Waters, or leader of the Queercore movement, one thing is certain : Bruce LaBruce makes small budget movies full of hardcore sex, political messages and containing as much violence as tenderness, in which he happily crushes any gay attitude clichés while practicing ironic self glorification, mocks any horror movie or dramatic set ups, and avoids all fashionable art trends. Bruce maddens, irritates, enchants, charms, fascinates and mostly keep the LaBruce mystery very much alive.
The Advocate for Fagdom unites the puzzle pieces one by one. Testimonies are combined with rare archive images. Writers, film makers, art galery owners, actors and actresses, photographers, producers, friends and loved ones all join in a game of interpretation, analysis or simple anecdotes. John Waters, Bruce Benderson, Harmony Korine, Gus Van Sant, Richard Kern, Rick Castro and others deliver their impressions, theories and confessions. Everything blends into the fascinating portrait of a singular person blessed with singular talents. A complex personality at war not with a system but all systems. The portrait of a man constantly moving between his punk attitude and extreme sensibility.

By Frédéric Thibaut

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.