Uomini di fede - The Churchmen

Uomini di fede - The Churchmen
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Uomini di fede - The Churchmen

Serie francese composta da otto episodi andata in onda sul canale Arte nel mese di ottobre 2012. Visto l’ottimo successo di pubblico e critica (ha vinto il premio come miglior serie al festival ‘Séries Mania’ del 2012) è già in lavorazione una seconda stagione. Curioso il fatto che la serie sia stata premiata anche in Italia al festival internazionale del cinema religioso “Mirabile dictu” (annunciato dalla presidente del festival Liana Marabini, vedi articolo su La Repubblica) salvo poi vedersi ritirare il premio senza nessuna motivazione. La serie racconta le vicissitudini di cinque giovani seminaristi che, entrando in seminario, stanno per cambiare radicalmente la loro vita. Attraverso le loro esperienze vengono affrontate quasi tutte le problematiche che oggi assillano la Chiesa cattolica, con l’eccezione della pedofilia, appena accennata in una scena del primo episodio. In primo piano emergono i conflitti interiori di ciascuno, la lotta per liberarsi dai propri tormenti, per conoscersi nell’intimo e per accettarsi. La vocazione non è la molla principale del loro agire e sentire, anche se con essa devono comunque confrontarsi. La debolezza umana emerge costantemente e mette a dura prova qualsiasi buon proposito. L’ambiente conventuale, una microsocietà capace di portare agli estremi tutte le tensioni che normalmente ci accompagnano, è visto come un luogo dove si manifestano, più o meno apertamente, giochi di potere, ambizioni personali, divergenze ideali e soprattutto le difficoltà del vivere in comunità e dei rapporti interpersonali. Ma saranno soprattutto le questioni sentimentali, etero ed omo, ad emergere con l’avanzare degli episodi. L’ostacolo più grande sembra proprio quello di dover abdicare alla propria sessualità. Tra i cinque seminaristi, due sono omosessuali, Emmanuel e Guillaume, e tra loro nasce un’attrazione che li porterà a confrontarsi con se stessi , col loro amore e con la scelta di fede che hanno fatto. Sconvolgente la scena di sesso che fanno sotto l’immagine del crocefisso (quinto episodio), alla quale seguirà più avanti una dichiarazione d’amore che metterà tutto in discussione. Emmanuel (David Baïot) è un giovane nero, adottato da una famiglia francese, che ha improvvisamente interrotto la sua carriera d’archeologo per una scelta di fede, nella speranza di trovare pace ai suoi dilemmi interiori. Nel segreto di un confessionale lo sentiamo raccontare di quando era in Tunisia ed andò a visitare un bordello di soli uomini, restando poi con un forte senso di colpa e una vergogna che gli impedisce di frequentare la sua famiglia. Guillaume (Clément Manuel) è entrato in seminario abbandonando a se stesse la vulnerabile madre e la sorella Odile, quest’ultima ancora troppo giovane per affrontare la vita. Anche se ha provveduto perchè a loro non manchino i pasti giornalieri, non può non preoccuparsi del loro futuro. Forse non è stata solo una scelta di fede che lo ha portato ad abbandonare la famiglia.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

4 commenti

  1. domenoco

    spett direzione ho seguito con attenzione e interesse la serie trasmessa in italia solo la prima poi tutto nel dimenticatoio ho cercato di seguire in francese le altre stagioni ma poco o niente ho capito come mai non è stata più trasmessa in italia? esistono magari le puntate con sottotitoli in inglese o spagnolo ? in attesa di una risposta ringrazio domenico da caserta

  2. istintosegreto

    Una bella sorpresa. Pensavo di addormentarmi seguendo le vicende di un gruppetto di preti, invece ho scoperto un telefilm interessante, ottimamente realizzato, perfettamente in equilibrio tra il biasimo verso la Chiesa Cattolica (istituzione di stampo politico pronta più a lucrare che a soccorrere i bisognosi) e le lodi verso il semplice clero non porporato che si dibatte tra istinti umani e richiami della fede. Nel complesso la storia gay non ha un grande peso nella narrazione, ma è bene inserita assieme alle altre, tutte atte a ricordare allo spettatore che il presbiterio è il più importante aspetto della vita dopo la vocazione… non l’unico. Dopo tutto, sono pur sempre uomini.

Commenta


trailer: Uomini di fede - The Churchmen

Varie

La serie viene trasmessa in anteprima italiana dal canale LaEffe da martedì 17 settembre 2013

CRITICA:

“…Ainsi soient ils, che vuol dire “Così siano”, è diretta da Rodolphe Tissot, Elizabeth Marre e Olivier Pont e ha tra i protagonisti Jean-Luc Bideau, attore molto popolare in Francia che alla fine degli Anni ’80 ebbe anche un ruolo in La Piovra 4. Bideau è il padre Fromenger, ex prete operaio, tipico “prodotto” del Concilio Vaticano II, da vent’anni direttore del seminario dei Cappuccini. Nel quale approdano i cinque giovani seminaristi: il tatuato José appena uscito di prigione; Emmanuel di origine africana, ma adottato da una famiglia francese, in preda alla depressione; il boy scout idealista Yann; Guillaume, capofamiglia con imprevedibili madre e sorella sulle spalle; il borghesissimo e ricchissimo Raphael. Ognuno porta in seminario le sue ragioni, ma anche le tentazioni che sono soprattutto omosessuali. Nella puntata di ieri c’è stata una (delicata) scena di sesso sotto un crocefisso tra Emmanuel e Guillaume, ma anche gli etero Yann e Raphael cedono alla tentazione della carne… Ma, pur denunciando una eccessiva velocità televisiva “che non rispetta la lenta maturazione del cammino dei seminaristi”, e qualche stereotipo, sia il quotidiano cattolico La Croix che il settimanale Le Pèlerin hanno benedetto la serie. Soprattutto perché è la dimostrazione che anche la laicissima Francia è attratta “da un’avventura spirituale straordinaria”. Ma con il Vaticano Ainsi soient ils va giù dura. I cardinali del film sono tutti ambiziosi, vanitosi, assetati di potere, mentre il Papa è una caricatura. “C’è chi dice che è troppo e chi troppo poco. Tutto quello che raccontiamo è plausibile: tra i nostri consulenti ci sono anche un ex sacerdote e un prete. Non abbiamo mai fatto un passo senza prima consultarci con loro” dice Nahon.” (Laura Putti, La Repubblica)

SINTESI DEGLI 8 EPISODI DELLA PRIMA STAGIONE:

1 – Quatre jeunes candidats à la prêtrise, Yann, Raphaël, Emmanuel et Guillaume, font leur entrée au vénérable séminaire des Capucins, laissant une première vie derrière
eux.
Un cinquième aspirant, José, sort de prison et veut entamer sa rédemption. Au même moment, l’intransigeance du père Fromenger, supérieur des Capucins, le met en conflit avec la hiérarchie.

2 – Les Capucins sont en émoi après un acte de vandalisme perpétré sur une des statues du séminaire. De son côté, Monseigneur Roman, le chef de l’église de France, est prêt à faire appel à Rome pour se venger du père Fromenger, son rival de longue date.

3 – L’enquête des envoyés du Vatican au séminaire des Capucins met le père Fromenger et le père Bosco, son bras droit, face à de douloureux cas de conscience. Les Séminaristes, qui s’apprêtent à vivre leur première confession en tant qu’apprenti prêtres, sont pris à parti par des étudiants à la fac et doivent affirmer leur foi.

4 – Pour les fêtes de Noël, Yann, Raphaël, Emmanuel, Guillaume et José sont envoyés en « stage » dans un petit village où un conflit latent entre le prêtre local et sa communauté complique leur séjour.
Aux Capucins, le père Bosco décide de partir en secret à Rome pour sauver la tête de Fromenger.

5 – Guillaume entraîne ses amis dans une action de secours au service d’un groupe de sans-logis africains sur le point d’être expulsés d’un squat. Le père Bosco enquête sur la
gestion du père Fromenger. Ce qu’il découvre le bouleverse.

6 – Suite à un drame familial, Raphaël abandonne ses amis, en plein doute sur leur engagement vis-à-vis des sans-abris. Au Vatican, un conflit diplomatique avec la Chine remet en cause la sanction prise contre le père Fromenger.

7 – La situation des sans-abris oblige José à trahir une promesse qu’il a faite à Raphaël, tandis que ce dernier lutte pour sauver sa famille.
Au Vatican, Fromenger affronte l’émissaire du gouvernement chinois.

8- L’idée folle de José pour sauver les sans-logis, met en crise toute la communauté. Le groupe des séminaristes explose. Le chaos menace. Le père Fromenger, rentré
d’urgence de Rome, est mis en demeure par Monseigneur Roman de régler la situation à n’importe quel prix.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.