Tutti pazzi per amore

Tutti pazzi per amore
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (29 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Tutti pazzi per amore

“Emilio Solfrizzi e Stefania Rocca, la coppia protagonista, hanno il pregio di non appartenere ai soliti noti della tv. Lui, Paolo, perito agrario con figlia adolescente, ha anche la fortuna di avere come amico un beniamino del pubblico, Neri Marcorè, qui nella parte del dongiovanni che dispensa consigli al giovane vedovo, molto timido con le donne. Lei, Laura, un figlio sedicenne e una figlia all’asilo, è separata da cinque anni, trascorsi senza mai nemmeno un’avventura. Come vicini di casa si odiano, come anime in cerca dell’altra metà sono destinati a innamorarsi.” (Il Manifesto) Nella quinta puntata l’ex marito di Laura, Riccardo, ora omosessuale dichiarato che vive col fidanzato negli USA, ritorna in Italia per le feste di Natale e d’accordo con Laura decide di fare il coming out col figlio Emanuele sedicenne, che però rimane inizialmente sconvolto. Arriva dagli USA anche il suo compagno… La problematica gay, merito degli autori (tra i quali oltre al creatore Ivan Cotroneo, anche Stefano Tummolini) è trattata in modo intelligente e delicato, inusuale per una serie tv italiana di prima serata.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

8 commenti

  1. Emanuela Gatto

    Sì, vabbé, sarà pure una bella serie, meglio anche di altre, però non poterla più vedere né in tv(e siamo rimasti a metà) né in dvd(perché non si possono acquistare) non la rende tanto meglio…..

  2. msSchneeheide

    Quoto su Clelia, grande… Sul Tubo per fortuna ci sono le scene di Eva/Roberta/Claudia, così ci si può fare un’idea senza veder tutto. La parte L è carina, se ci si aspetta il ‘dunque’ forse anche deludente e non proprio approfondita, ma è una fiction così, e la nostra è una tv così, perciò va bene. Grazie comunque Rai per questo sconvolgente bacio lesbo in prima serata (perché appena c’è una scena così sulla nostra tv qualcuno sente di dover mettere le mani avanti e dire che è il tema è stato trattato in modo “rispettoso” e “delicato”?). Roberta=MITO

  3. Giadafantppa & Rocca&Solfrizzi

    una fiction brillante che ci ha fatto ridere emozionare divertire e con dei personaggi fantastici come Stefania Rocca , Emilio Solfrizzi , Neri Marcorè , Carlotta Napoli , Marina Rocco ecc… E poi una fiction che fa sognare!!!!!! Peccato che nella seconda serie non ci sarà Stefania Rocca. Mi mancherà moltissimo. Il mio voto è 10!

Commenta


trailer: Tutti pazzi per amore

https://youtube.com/watch?v=5hbFHXXMkKk%26hl%3Dit%26fs%3D1

Varie

Nella terza stagione (in onda su Rai Uno dal 6 novembre 2011) anche un amore saffico

“Se amore deve essere, che tutto l’amore sia, anche quello tra due donne. Parte così la terza edizione di “Tutti pazzi per amore”, la fiction targata Rai1 che con Emilio Solfrizzi e Atonia Liskova protagonisti e new entry come Ricky Memphis, Martina Stella, Anita Caprioli e Lucrezia Lante Della Rovere, dopo aver sdoganato il musical in tv, ora rompe anche il tabù dell’omosessualità, per di più femminile, in prima serata, da oggi, sulla rete per famiglie per eccellenza. “E’ un tema che abbiamo già trattato nelle miniserie con Banfi e Buzzanca – spiega il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce – Qui sarà un accenno nell’ambito della commedia, ma fa parte della realtà, è sempre esistita, anche se per un lungo periodo non se ne è parlato. Non mi sembra un tabù: come esiste l’amore etero, esiste quello omosessuale. Sono convinto che con il garbo che contraddistingue le trasmissioni di Rai1 se ne possa tranquillamente trattare”. Al centro della vicenda saranno proprio Anita Caprioli, gay convinta e nuova socia di Solfrizzi, e Lucrezia Lante Della Rovere, che per lei perderà la testa dopo la separazione dal marito, dedicandole un’irresistibile “When I’m with you is paradise” in sottoveste. ” (D. Giammusso, Corriere Adriatico)

CRITICA:

La serie, diretta da Laura Muscardin, scritta da Ivan Cotroneo, Monica Rametta e Stefano Bises, rappresenta un unicum nel panorama italiano per quel suo mescolare la commedia con il musical, e per quel suo gioco incrociato di citazioni, canzoni pop, balletti. L’impronta di Cotroneo (nelle sale cinematografiche c’è un suo film, «La kryptonite nella borsa») è più che evidente sia quando si inoltra nei non facili sentieri del surreale sia quando affronta temi, tipo l’omosessualità, di solito evitati dalla fiction nostrana. La novità della terza serie è che viene raccontata una sola giornata a episodio (come in certe serie americane) e l’impressione è che si proceda a scatti: con momenti più riusciti ed altri di stanca, con numeri coreografici degni della massima attenzione e altri buttati un po’ via, con dialoghi fulminanti (memorabile il bambino orientale che respinto dalla casa dei nonni dice «io sono adottato»; oppure l’urlo del ragazzo che scopre i suoi genitori mentre fanno l’amore: «Oddio, la scena primaria!») e altri molto più prevedibili. Senza dubbio, la sfida più interessante è l’impatto di «Tutti pazzi per amore» con l’audience di Raiuno, storicamente poco sensibile alle innovazioni. È tutto un compromesso tra tradizione e rottura della medesima con iniezioni di anti realismo e di «follia» musicale, tra stereotipi e citazioni di genere. (Aldo Grasso, Corriere della Sera, 7/11/2011)

Ma Tutti pazzi per amore non era quel quasi-gioiellino sbucato dal nulla su Raiuno e in grado di far gridare al miracolo, a base di svecchiamento del pubblico tradizionale e toni nuovi? Ritrovare ora alla terza stagione un giro aggrovigliato di parenti, sesso espresso e inespresso, gag di dubbio gusto (o meglio orrendo, tipo il finale di prima puntata con le finte analisi di malattia incurabile) lascia sconcertati. Soprattutto perché i contenuti – trasgressivi, urca, tipo l´amore lesbico – vengono poi condotti in porto con snodi d´azione, sorprese risapute e trucchetti del mestiere che sembrano davvero gli stessi del Medico in famiglia. Si punta molto sugli affezionati spettatori delle prime due stagioni, che magari ai personaggi non rinunciano (ma visti gli ascolti, normali, un dubbio viene). Per continuare a sembrare una luce nel buio tv servirebbe altro, davvero. Oppure va bene così, ma il miracolo-Tuttipazzi si chiude qui, ed è stato bello provarci. (A. Dipollina, La Repubblica, 8/11/2011)

—————————-
Per rivedere l’episodio “Strani amori”, quello del coming out del padre col figlio: www.rai.tv/mpplaymedia/

I PERSONAGGI:

Emilio Solfrizzi è Paolo Giorgi, agronomo, ma per diletto allena anche una squadra di scarsissimi pallanuotisti. Vedovo con una figlia adolescente cresciuta da solo, si innamora perdutamente di Laura, antipatica e irresistibile vicina di casa. Timido, goffo, impacciato, Paolo non ci sa fare con le donne. Come dice il suo amico Michele è dai tempi del Giubileo che non ne bacia una. Imbranato anche con sua figlia che gli è cresciuta sotto gli occhi, prima che lui se ne rendesse conto. Non riesce ancora a fare i conti con la sua femminilità: si imbarazza ogni volta che trova la sua biancheria intima in giro per casa o in lavatrice. Incapace di dire quello che pensa, soprattutto se teme di potere offendere qualcuno. Alle amate e insopportabili zie non riesce a dire di no, ma soprattutto non sa ammettere di detestare il cibo che cucinano. Impazzisce per i Matia Bazar. Per un’ora d’amore, in particolare, è la sua canzone preferita, l’ascolta a tutte le ore, a tutto volume. Colleziona modellini di aeroplani.

Stefania Rocca è Laura del Fiore. Non lavora da cinque anni, fino a quando non trova un impiego nella redazione di Tu Donna, dove le viene affidata la posta del cuore delle lettrici. Separata da uno scrittore di fama internazionale trasferito negli Stati Uniti, Laura ha cresciuto da sola Nina ed Emanuele. Sogna l’amore vero e lo trova con Paolo, dopo una serie di coincidenze che sembrano proprio essere segni del destino. Ha da poco ripreso in mano se stessa, ritrovando il lavoro e l’amore. Laura è la fidanzatina della porta accanto, sempre acqua e sapone, sensibile, romantica e premurosa, è la donna che ogni uomo sogna di incontrare nella vita. Laura è sempre di corsa tra la redazione, la casa e la scuola dei figli, alle prese con le manie di igiene di Emanuele e l’amico immaginario di Nina. Va pazza per i film d’amore, in particolare Da qui all’eternità. Crede che la sincerità venga prima di tutto, e la sua mania di dire sempre la verità la fa litigare spesso con il resto del mondo. Monica è la sua migliore amica. Ma ha un rapporto speciale anche con le altre ragazze della redazione.

Tomas Arana è Riccardo, ex marito di Laura che vive in America da cinque anni dopo avere scoperto la propria omosessualità. Ora è un gay dichiarato con tanto di fidanzato. Quando rientra in Italia per le feste di Natale, d’accordo con Laura, deve raccontare al figlio sedicenne Emanuele la sua storia, cioè che ha lasciato sua madre perché si è scoperto omosessuale e per questo è andato negli USA. Emanuele inizialmente non prenderà bene la notizia… Vive col compagno Peter, restauratore di dipinti antichi.

Neri Marcorè è Michele. Inizia come agronomo ma con scarsa soddisfazione. Fino a quando, stanco della solita routine, non decide di assecondare la sua ‘seconda’ più grande passione, la cucina. Sciupafemmine e single incallito. Per lui le donne sono tutte da amare. Quelli che agli occhi di un qualsiasi altro uomo possono sembrare dei difetti, per Michele diventano dei vezzi della bellezza femminile, sempre e comunque da venerare. Allergico alle relazioni che durino più di due giorni, Michele colleziona avventure di una notte con donne bellissime. Affascinante, carismatico, intraprendente e sicuro di sé. Adora donne e cucina. Cucina e donne. Donne in cucina. Donne fuori dalla cucina. Cucina con le donne. Donne con la cucina.

Carlotta Natoli è Monica Liverani, caporedattrice di Tu Donna. Single suo malgrado. Ci tiene a dire di essere “libera” e non sola, ma la verità è che le costa moltissimo non avere un compagno. Alla continua ricerca dell’uomo ideale, Monica non sembra particolarmente fortunata in amore. Segue ogni tipo di dieta possibile e immaginabile, per interromperla subito dopo per il minimo pretesto. Colleziona appuntamenti disastrosi, tragicomici con uomini di ogni tipo. Impazzisce per i dolci, che nasconde spesso nei cassetti della sua scrivania. Piccoli peccati di gola che poi è costretta ad espiare in estenuanti corse e ore di palestra. Adora i piatti cucinati da Michele e infine l’intera filmografia di Claude Lelouch con una spiccata preferenza per Un uomo, una donna.

Marina Rocco è Stefania Del Fiore, hostess di volo e fidanzata da dieci anni con Giulio. Viziata e capricciosa, Stefania è abituata ad essere servita e riverita da Giulietto. Sempre in viaggio, con la valigia pronta, ha l’umore che sbalza come il jet leg. Adora uscire con le amiche. Ogni occasione è buona per passare una serata fuori casa. Non può fare a meno dello shopping e il suo armadio è pieno zeppo di vestiti.
Luca Angeletti è Giulio Piersanti, impiegato in banca e fidanzato da sempre con Stefania. È il classico fidanzato zerbino: buono e sempre disponibile. Lava, cucina, stira, a casa fa tutto lui. Alle prese con le innumerevoli esigenze di una compagna capricciosa, Stefania, che puntualmente prima di ogni partenza gli lascia la lista delle cose da fare, tra cui prenotarle l’immancabile massaggio shatzu.

Francesca Inaudi è Maya, giornalista di eventi e costume, mangiauomini di professione. Da quando dopo la sua prima volta ha scoperto le gioie del sesso con un ragazzo infaticabile che in realtà ogni volta entrava in bagno per darsi il cambio con suo fratello gemello, non può più fare a meno di cambiarne uno al giorno. Nessuno regge i suoi ritmi. Adora i colori. Cambia lo smalto a seconda dei vestiti che indossa. E al momento per i capelli ha scelto un caschetto tonalità rosso ciliegia. Va pazza per lingerie di pizzo e giocare con i suoi amanti a ‘buonasera dottore’.

Irene Ferri è Rosa, giornalista esperta di viaggi, sposata e mamma di tre gemelli. Stressata, stanca e indaffarata, Rosa ha il sonno arretrato da quando sono nati i suoi tre bambini. Sempre di corsa, non ha più tempo di pensare a se stessa. Le piace molto lavorare, dice che l’unico momento in cui le sembra di non sentire le urla dei bambini è quando picchietta sui tasti del computer. Predilige i viaggi, che ormai si limita a sognare, e suo marito Carlo, che ama molto, con il quale fatica a trovare momenti di intimità.

Sonia Bergamasco è Lea, giornalista di moda, fitness e bellezza. È sposata con un medico facoltoso ed è convinta che il suo sia un matrimonio perfetto. Ma l’apparenza inganna e Lea lo imparerà trovando il suo dottore a cavalcioni della sua infermiera. Snob, fredda, algida e sempre perfetta, Lea è l’antipatica della redazione. Non ha mai una parola buona per nessuno. Precisa e sempre in ordine, non perde occasione di fare notare alle altre che ha un metabolismo perfetto. Adora le griffe di alta moda, abiti firmati, borsette e scarpe.

Corrado Fortuna è Elio, grafico della rivista Tu Donna. Si fidanzerà presto con Manu, la postina della redazione. In netta minoranza, unico uomo della redazione, fatica a non soccombere davanti a tutte le sue colleghe. Va pazzo per calcetto, birra e calendari di donne nude e tutte le espressioni del tipico maschio eterosessuale a cui è costretto a rinunciare da quando lavora in una rivista femminile. Sogna di trasferirsi a lavorare alla Gazzetta dello sport.

Marco Brenno è Emanuele Balestrieri, studente liceale nonché primo della classe. Quasi una piccola leggenda della scuola. Maniaco dell’ordine e della pulizia, Emanuele ha una serie di fissazioni legate all’igiene. Non mangia mai nello stesso piatto due cibi diversi e non fa che disinfettare ogni cosa, specialmente nella sua camera. Ha una vera passione per lo studio e non perde occasione per correggere Cristina sull’uso del congiuntivo. Cita Schopenhauer e Sartre come i suoi coetanei citano le canzoni di Mondomarcio e Fabri Fibra.

Nicole Murgia è Cristina Giorgi, studentessa di liceo, compagna di banco di Emanuele, con pochissima voglia di studiare. All’apparenza disinteressata all’universo maschile, si innamorerà del più carino della scuola. Cristina è un vero maschiaccio. Indossa sempre jeans, felpe e scarpe da ginnastica. Non ha nessuna voglia di studiare e i congiuntivi sono per lei un mondo sconosciuto. Va pazza per moto e motori, la rivista che colleziona da anni. E’ una vera intenditrice di moto e motorini, ma ha il divieto assoluto di salirci sopra. Adora gli sport violenti come il wrestling e mangia hamburger e patatine e tutti i surgelati possibili e immaginabili a cui l’ha abituata il papà.

Laura Calgani è Nina Balestrieri, alunna di prima elementare. Ha un amico immaginario, Filippo, che non la abbandona mai. Si sveglia con lei, cammina con lei, mangia con lei, dorme con lei, parla con lei… Nina ha una passione per le Winx, il suo programma televisivo, ascolta la radio e sogna che la madre trovi un principe azzurro. Adora Filippo, la sua famiglia e soprattutto la mamma, ma anche Paolo conquista presto un posto speciale nel suo cuore.

Piera Degli Esposti è Clelia, avvocato divorzista di fama e a sua volta divorziata felicemente da Mario da anni. Autoritaria, temibile, non perde occasione per criticare le sue figlie, in particolare Laura, romantica e sognatrice, così diversa da lei. Predilige il suo lavoro e una leggera propensione per tutti gli alcolici.

Luigi Diberti è Mario, pensionato, divorziato da Clelia da anni e fidanzato con Sandrinne. Mite e dolce, Mario è un padre affettuoso e presente. Un punto di riferimento rassicurante e comprensivo soprattutto per Laura. Adora I suoi nipoti e le sue figlie.

Ariella Reggio e Pia Velsi sono le zie Sofia e Filomena, pensionate e vecchie zitelle. Sempre in conflitto tra loro, le due sono inseparabili. Sempre tra i fornelli, cucinano castagnacci e dolcetti vari pensando di essere brave. Adorano occuparsi di Paolo e Cristina, finendo spesso per diventare invadenti e impiccione.

(da Blogosfere.it)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.