Supergirl

Supergirl
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica

Cast

Supergirl

Sulla scia del successo delle ultime eroine femmine, vedi “Agent Carter” e “Jessica Jones”, la CBS distribuisce una produzione Warner Bros, ideata da  Greg Berlanti, Ali Adler e Andrew Kreisberg e basata sul personaggio omonimo dei fumetti DC Comics creato nel 1959. Chiaro il messaggio che si vuole sottolineare, allegorico e del tutto femminista: se siete una donna che ha paura e per questo nasconde le sue potenzialità, siete una donna che ha scelto di rinunciare alla felicità. La protagonista della serie è Kara Zor-El (Melissa Benoist), inviata sulla Terra dallo stesso pianeta che poco tempo prima vi aveva inviato suo cugino Superman, in previsione della fine di Krypton. Il suo compito era quello di aiutare Superman ma per un disguido tecnico la capsula spaziale si perde nello spazio ed il suo arrivo sulla Terra avviene molti anni dopo. Cresciuta come figlia adottiva in una famiglia che la considera del tutto normale, Kara, 12 anni dopo, sente la necessità di usare i suoi superpoteri per proteggere i cittadini in pericolo. Per questo decide di far parte dell’organizzazione segreta DEO, guidata da Hank Henshaw, dove lavora già sua sorella. Il difficile è coniugare la sua normale vita quotidiana, nei panni di Kara Denvers dipendente da Cat Grant (la sempre brava Calista Flockhart di “Brothers & Sisters” ) alla CatCo World Wide Media, con la sua nuova identità di eroina. Cat, che all’apparenza sembra una figura cinica e indifferente ai problemi della sua dipendente, in realtà funge da mentore e si preoccupa per lei. Quando invece indossa il costume di Supergirl, Kara aiuta il DEO a catturare alcuni fuorilegge alieni fuggiti da una prigione spaziale che è arrivata insieme alla sua navicella. Il suo compito primario è inoltre quello di salvare  la città da criminali terrestri dotati di particolari abilità. Nella seconda stagione della serie viene introdotto come personaggio fisso, la detective lesbica Maggie Sawyer, dipendente dal National City Police Department, interpretata da Floriana Lima, interessata a tutto quello che concerne gli alieni. Il personaggio fu creato negli ultimi anni ’80 da John Byrne e introdotto nel fumetto come Capitano della Metropolis Special Crimes Unit. In seguito si dichiarò lesbica ed è stato uno dei primi personaggi omosessuali ad apparire nel fumetto mainstream.

Ruoli LGBT

Maggie Sawyer - Floriana Lima

ruolo: Maggie Sawyer
inteprete: Floriana Lima

Nella seconda stagione della serie viene introdotto come personaggio fisso, la detective lesbica Maggie Sawyer, dipendente dal National City Police Department, interpretata da Floriana Lima, interessata a tutto quello che concerne gli alieni. Il personaggio fu creato negli ultimi anni ’80 da John Byrne e introdotto nel fumetto come Capitano della Metropolis Special Crimes Unit. In seguito si dichiarò lesbica ed è stato uno dei primi personaggi omosessuali ad apparire nel fumetto mainstream.

synopsis

Kara Zor-El (Melissa Benoist) was sent to Earth from the doomed planet Krypton as a 12-year-old by her parents Zor-El (Robert Gant) and Alura (Laura Benanti). Alura gave her instructions to protect her infant cousin Kal-El, and informed her that she, like her cousin, would have extraordinary powers under Earth’s yellow sun.

En route to Earth, Kara’s spacecraft was diverted by a shock wave from Krypton’s explosion and forced into the Phantom Zone, where it stayed for 24 years. During this period, time stopped for Kara so, when the spacecraft eventually escaped the Phantom Zone, she still appeared to be a 13-year-old girl. By the time the spacecraft crash landed on Earth, Kal-El had grown up and become Superman. After helping her out of the craft, Superman took Kara to be adopted by his friends, the Danvers family. The main series begins more than a decade later when the now 24-year-old Kara is learning to embrace her powers after previously hiding them.[2]

Kara hid her powers for more than a decade, believing that Earth didn’t need another hero. However, she has to reveal her powers to thwart an unexpected disaster, setting her on her own journey of heroism as National City’s protector.[3] Kara discovers that hundreds of the criminals her mother prosecuted as a judge on Krypton are hiding on Earth, including her mother’s twin sister Astra (also played by Benanti) and Astra’s husband Non (Chris Vance), who seek to rule the world. After briefly becoming suspicious of the true agenda of her boss, Hank Henshaw (David Harewood), she and her adoptive sister, Alex Danvers (Chyler Leigh), secretly discover that Henshaw is actually a benevolent alien refugee, J’onn J’onzz, who has resided on Earth for over fifty years after escaping a holocaust on his homeworld of Mars. J’onn infiltrated the DEO to reform the organization as well as to watch over both Alex and Kara in addition to guiding the latter in the use of her powers due to his experience with his own abilities. Kara is also being targeted by Earth’s criminals as the result of her being related to Superman, and later on encounters an emerging community of metahumans and individuals from parallel universes. In the process, Kara accumulates her own rogues gallery who seeks to defeat and destroy her. She is aided by a few close friends and family who guard her secrets—most notably her cousin’s longtime friend, James Olsen (Mehcad Brooks)–which also serves as a major plot in high tech mogul Maxwell Lord’s (Peter Facinelli) scheme to expose Kara’s identity. (Wikipedia)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.