Strega per sempre

Strega per sempre
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

Strega per sempre

Forse Netflix sperava di replicare il successo di “Le agghiaccianti avventure di Sabrina“, ottima commedia fantasy con protagoniste delle streghe. Anche qui abbiamo streghe e stregoni, oltre a viaggi nel tempo, ma il risultato è decisamente inferiore. Dobbiamo considerare che la serie proviene dalla Colombia e non da Hollywood, quindi con un budget assai modesto (effetti speciali praticamente inesistenti), ma questo non sarebbe un limite se trama e personaggi potessero reggere, forti magari di un soggetto curioso che poteva dare spazio ad approfondimenti e confronti vari. La storia infatti ci racconta di una strega schiava nera, Carmen (Angely Gaviria, un po’ monocorde), che nel lontano 1646 sta per essere arsa viva dall’inquisizione nella città di Cartagena, in Colombia. La sua colpa reale era quella di aver fatto innamorare il figlio di una potente famiglia locale. Fortunatamente una magia viene a salvarla all’ultimo minuto, coi piedi quasi abbrustoliti, trasferendola nel 2019, sempre nella stessa città ma con un bel salto temporale. Viene subito soccorsa da due ragazzi gay che si stavano tranquillamente baciando e portata in ospedale per le cure necessarie. Qui ci sarebbe stato ampio spazio per rivelarci le sorprese di una strega schiava del 1600 che si ritrova immersa nella società degli smartphone. Qualcosa c’è ma agli autori sembra interessi maggiormente inserirci in un clima da telenovela adolescenziale, dove a farla da padrona sono le beghe sentimentali di studentelli in erba, tra i quali, qualche figura gay che sembra la spruzzatina di prezzemolo sul piatto da portata etero. Ma torniamo alla vicenda, con Carmen inviata nel futuro per salvarla dalla morte ma anche per affidarle una missione speciale che, se compiuta, le permetterà di tornare indietro e salvare il suo amato (che nel frattempo si pensa sia stato ucciso da un’intransigente padre). Naturalmente per Carmen, che si ritroverà coinvolta in una guerra tra streghe e stregoni, ci saranno varie complicazioni che metteranno a rischio il suo compito. Abbiamo quindi l’inserimento di storie secondarie che non sempre funzionano rischiando di allontanarci troppo dalla trama principale. Il finale ha degli inserimenti che attendono di essere sviluppati in una seconda stagione che però non è ancora stata decisa. Una serie fantasy che forse può soddisfare le aspettative dei giovanissimi, ma annoiare chi si aspettava qualcosa di nuovo e più coinvolgente.

synopsis

Time-traveling witch from the 17th century escapes death and finds herself in modern day Cartagena.

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.